Skip to content

Il sottotitolaggio dei cartoni animati giapponesi

Informazioni tesi

  Autore: Raffaella Scarpa
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2005
  Università: SSLMIT-Forli
  Relatore: Christopher Rundle
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 186

Questa tesi di laurea si inserisce all’interno del Subtitle Project diretto dal prof. Rundle per l’analisi della situazione italiana del sottotitolaggio. L’obiettivo che la presente tesi si prefigge è indagare su un tipo di sottotitolaggio su cui poco o nulla è stato scritto: il sottotitolaggio dei cartoni animati giapponesi in Italia. L’idea di questa tesi è nata dalla mia esperienza personale di studentessa della lingua giapponese. Ho iniziato ad acquistare i DVD di vari film d’animazione per poterli seguire in versione originale insieme ai sottotitoli italiani, e mi sono resa conto che in alcuni casi il sottotitolaggio presentava caratteristiche strane. Inizialmente, ho pensato che il problema dei sottotitoli dell’animazione giapponese fosse una questione decisamente elitaria, che potesse interessare me e poche altre persone. In realtà, mi sono resa conto, attraverso Internet, che esiste una rete mondiale di appassionati di anime – i cartoni animati giapponesi, appunto – che si occupano anche di sottotitolaggio. Ho così pensato di analizzare due mondi paralleli: il sottotitolaggio amatoriale e quello ufficiale di questi prodotti.

La presente tesi si divide in tre capitoli.

Il primo capitolo esplora il mondo, sotterraneo ma sorprendentemente vivo, della sottotitolazione amatoriale dei cartoni animati giapponesi, in altre parole il mondo dei fansub. Descriveremo la storia di questo fenomeno, nato negli Stati Uniti, per concentrarci poi con particolare attenzione, sulla situazione dei fansub in Italia, parlando anche dei principali gruppi online che eseguono il sottotitolaggio amatoriale. Spiegheremo come funziona lo scambio di materiale sottotitolato, ma anche qual è la filosofia che sta dietro a questo fenomeno, a dire il vero in bilico tra il legale e l’illegale.

Nel secondo capitolo passeremo ad analizzare la situazione dei sottotitoli nel mercato dei DVD di cartoni animati giapponesi, concentrandoci su un caso particolare: i lungometraggi del “Disney giapponese” Hayao Miyazaki. Parleremo del regista e delle sue opere per vedere come queste siano state tradotte negli Stati Uniti prima e in Italia poi. Analizzeremo i possibili percorsi che si possono seguire nel tradurre del materiale audiovisivo da una lingua A ad una lingua B e successivamente a una lingue C partendo dall’esistenza delle versioni in lingua A e B. Le traduzioni delle opere di questo regista sono interessanti perché introducono il concetto di dubtitles: ovvero sottotitoli fatti non a partire dalla traccia audio originale, ma dalla traccia doppiata in un’altra lingua. In particolare, vedremo cosa succede quando i sottotitoli in una lingua C vengono realizzati partendo dai dubtitles nella lingua B. Vedremo infatti come i sottotitoli in italiano dei film di Miyazaki siano spesso traduzioni dei dubtitles inglesi, che altro non sono che trascrizioni dei dialoghi doppiati inglesi, generalmente fortemente adattati rispetto ai dialoghi giapponesi. La nostra analisi riguarderà i quattro lungometraggi del regista usciti in Italia, cioè Princess Mononoke, Kiki – Consegne a domicilio, Laputa Castello nel Cielo e La città incantata.

Il terzo capitolo presenta un esperimento pratico di quanto spiegato nel secondo capitolo. Eseguiremo cioè due proposte di sottotitolaggio per il film di Hayao Miyazaki Tonari no Totoro: una a partire dall’audio giapponese, una a partire dai dubtitles inglesi. Lo scopo è renderci conto se le due liste sottotitoli siano sostanzialmente compatibili o se effettivamente le differenze siano tali da rendere problematico il fatto che nei DVD italiani, come sottotitoli dal giapponese, si trovino le traduzioni dei dubtitles inglesi.

Infine, alleghiamo in appendice le interviste a Roberto Morville, della Buena Vista International, responsabile del doppiaggio di alcuni dei film di Miyazaki, e a Roberto Miglio, della Buena Vista Home Entertainment, che spiega invece la prassi di sottotitolaggio seguita dall’azienda. Si allegano inoltre lo script di Tonari no Totoro scritto in caratteri giapponesi e una tabella per la conversione da caratteri giapponesi a caratteri romani. L’ultimo allegato è una spiegazione tecnica di un procedimento per aggiungere i sottotitoli a un DivX.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Questa tesi di laurea si inserisce all’interno del Subtitle Project diretto dal prof. Rundle per l’analisi della situazione italiana del sottotitolaggio. L’obiettivo che la presente tesi si prefigge è indagare su un tipo di sottotitolaggio su cui poco o nulla è stato scritto: il sottotitolaggio dei cartoni animati giapponesi in Italia. L’idea di questa tesi è nata dalla mia esperienza personale di studentessa della lingua giapponese. Ho iniziato ad acquistare i DVD di vari film d’animazione per poterli seguire in versione originale insieme ai sottotitoli italiani, e mi sono resa conto che in alcuni casi il sottotitolaggio presentava caratteristiche strane. Inizialmente, ho pensato che il problema dei sottotitoli dell’animazione giapponese fosse una questione decisamente elitaria, che potesse interessare me e poche altre persone. In realtà, mi sono resa conto, attraverso Internet, che esiste una rete mondiale di appassionati di anime – i cartoni animati giapponesi, appunto – che si occupano anche di sottotitolaggio. Ho così pensato di analizzare due mondi paralleli: il sottotitolaggio amatoriale e quello ufficiale di questi prodotti. La presente tesi si divide in tre capitoli. Il primo capitolo esplora il mondo, sotterraneo ma sorprendentemente vivo, della sottotitolazione amatoriale dei cartoni animati giapponesi, in altre parole il mondo dei fansub. Descriveremo la storia di questo fenomeno, nato negli Stati Uniti, per concentrarci poi con particolare attenzione, sulla situazione dei fansub in Italia, parlando anche dei principali gruppi online che eseguono il sottotitolaggio amatoriale. Spiegheremo come funziona lo scambio di materiale sottotitolato, ma anche qual è la filosofia che sta dietro a questo fenomeno, a dire il vero in bilico tra il legale e l’illegale. Nel secondo capitolo passeremo ad analizzare la situazione dei sottotitoli nel mercato dei DVD di cartoni animati giapponesi, concentrandoci su un caso particolare: i lungometraggi del “Disney giapponese” Hayao Miyazaki. Parleremo del regista e delle sue opere per vedere come queste siano state tradotte negli Stati Uniti prima e in Italia poi. Analizzeremo i possibili percorsi che si possono

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anime
cartoni
dvd
giapponese
japanese
miyazaki
sottotitolaggio
subtitles
traduzione multimediale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi