Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Arte e moda in tv: il caso "Nonsolomoda"

La mia tesi tratta le convergenze, le ibridazioni e le contraddizioni della nostra epoca. L'analisi è concentrata soprattutto sul mezzo televisivo come specchio della società. L'ibridazione tra arte e moda come inedita espressione degli infiniti modi d'essere rappresenta un superamento delle barriere moderne per approdare a quella che chiamo postmodernità, in cui finalmente l'individuo sceglie anche in base alle sue emozioni, ai suoi desideri. Arti e mode abitano la tv e in particolare il programma di Canale5 "Nonsolomoda", che da più di vent'anni cambia come cambia la società che rappresenta.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione In un’epoca in cui l’ibrido prevale, sembra non esserci posto per la modernità intesa come forma “pura”. Tutto cambia, scorre e s’incontra. Interdisciplinarietà, ibridazione, policulturalismo, relazionismo, conver- genza…sono questi, sinteticamente, i sintomi della postmodernità. Anche se Postmoderno è ancora un termine “passe- partout” per indicare soprattutto una sensibilità diversa rispetto al Moderno, e che si qualifica in contrapposizione ad esso, è tuttavia il termine che mi sembra meglio raccogliere il complesso di fenomeni che ritroviamo oggi nella tv. Fenomeni che vivono simbioticamente con altri campi della creatività contemporanea. La tv ospita il postmoderno e crea incontri tra temi che una volta sembravano percorrere strade diverse. La rigidità, la paura, le ideologie del moderno hanno fatto spazio a una certezza: l’incertezza, sia in senso estetico che come valore che favorisce l’incontro. L’incertezza, intendo, del definito, dello stabilito, dello scontato dà spazio a fantasia e creatività.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Donatella Briganti Contatta »

Composta da 192 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7399 click dal 18/01/2006.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.