Skip to content

Le opinioni dei giuristi sul ''caso Batasuna''

Informazioni tesi

  Autore: Pierpaolo Pomes
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Lucio Pegoraro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 105

L’elaborato affronta, di fondo, il tema delle democrazie protette, infocato specificamente sul problema dell’inquadrabilità della normativa spagnola sui partiti politici (Ley Organica de Partidos Politicos) all’interno di detto modello e delle linee tracciate dalla Costituzione.
Dopo un’introduzione metodologica si passa, nel cap. I, alla descrizione storica del movimento indipendentista basco e dei provvedimenti che hanno reso illegale il partito Batasuna.
Il cap. II inizia con una panoramica sulla teoria della democrazia protetta, seguendo quindi con l’esame della Costituzione spagnola in tema di partiti politici, alla luce delle interpretazioni degli artt. 6 e 22 che il Tribunal Constitucional ha offerto.
Inquadrati così i principi fondamentali, si procede dettagliatamente all’analisi della Ley Orgánica de Partidos Políticos e dei due verdetti hanno disposto la discussa messa al bando della formazione politica.
L’ultimo capitolo tenta di offrire una visione d’insieme dei giudizi espressi dalla dottrina, specialmente quella spagnola, sul caso ed in specie su singoli aspetti della nuova legge:
in particolare vengono affrontati il tema dell’attribuzione della legittimazione attiva del procedimento di scioglimento e della scelta dell’organo giudicante; sono inoltre evidenziati altri aspetti discutibili dell’articolato, oltre che le principali tesi dei giuristi,sia accusatrici che difensive, messe a confronto, infine, con il giudizio espresso sulla normativa dal Constitucional.
Prima delle conclusioni si fa riferimento alla giurisprudenza del Tribunale dei Diritti Umani, allargando il fuoco sui risvolti dell’emergenza terroristica sul piano internazionale, e sulle ripercussioni che il nuovo clima antiterroristico può aver prodotto nella politica e nel diritto interno delle nostre democrazie, incidendo sulla delicata bilancia fra diritti e libertá.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il 28 marzo 2003 la Sala Especial del Tribunal Supremo (TS) ha dichiarato illegali e sciolto tre formazioni politiche spagnole: Herry Batasuna, Euskal Herritarrok e Batasuna. La sentenza, adottata all’unanimità dalla Sala, ha sancito la dissoluzione del partito Batasuna, ordinandone la cancellazione dal Registro dei partiti politici e dichiarando la cessazione immediata di tutte le sue attività; il Tribunale, inoltre, ha contestualmente avviato un processo di liquidazione patrimoniale delle formazioni politiche dichiarate illegali. Le stesse formazioni politiche sono state oggetto, parallelamente, di un giudizio di carattere penale, sempre tendente alla loro dissoluzione, conclusosi a loro sfavore. Questi risultati sono stati possibili in applicazione della nuova Ley Organica de Partidos Políticos 6/2002, la quale, dopo un iter legislativo durato poco più di 2 mesi, è stata approvata a larga maggioranza (95% dei voti) dal Parlamento spagnolo, entrando in vigore il 27 di giugno. Sarà proprio questa legge, che fin dalla sua proposta ha acceso numerosi dibattiti nell’opinione pubblica spagnola e internazionale, l’oggetto della nostra indagine, e in particolare ciò che è stato detto riguardo alla sua compatibilità all’ordine costituzionale iberico. L’introduzione di una normativa che permetta di sciogliere una formazione politica, limitando il diritto di associazione, offre numerosi spunti per il diritto pubblico comparato: uno per tutti, il peculiare trattamento dei partiti che risulta dalla combinazione di detta legge con la Costituzione spagnola fa avvicinare l’ordinamento iberico a quello tedesco, caratterizzato dalla possibilità di proibire i partiti antisistema, al fine di “proteggere” la democrazia, e allontanarlo da altri modelli, come l’Italia o la Francia, che riservano ai partiti il massimo grado di libertà. E

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

art. 6 ce
autonomismo
batasuna
costituzione spagnola
democrazia
democrazia protetta
età
garzón
ilegalizacion
indipendentismo
ley de partidos
libertà costituzionali
libertá d'associazione
libertá politiche
lopp
partiti politici
protezione della costituzione
terrorismo
tribunal constitucional
tribunal supremo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi