Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il videogiornalismo d'approfondimento in Italia. Il caso Report

Il lavoro tenta di fornire un quadro informativo ma soprattutto critico del quadro generale dell'informazione d'approfondimento e d'inchiesta nella televisione italiana degli ultimi anni, con particolare attenzione verso la RAI ed il servizio pubblico.
Viene poi presentato il caso di Report, tramisssione d'informazione basata su inchieste e approfondimento e viene proposta come modello innovativo e alternativo rispetto ai modelli più tradizionali che sono in programmazione nello stesso periodo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Il senso di questo lavoro parte da un’idea, apparentemente scontata e unanimemente condivisa nella nostra società: un sistema democratico può funzionare soltanto se i cittadini sono informati e possono esercitare liberamente il proprio diritto di scelta alle urne. Ne consegue che il compito principale della stampa è di fornire ai cittadini le informazioni di cui hanno bisogno per scegliere un candidato/a, o per esprimere un parere favorevole o contrario circa questioni politiche, o pronunciarsi su qualsiasi argomento d’interesse pubblico. Il compito fondamentale di un organo di stampa responsabile dovrebbe essere quello di fornire al lettore/teleutente informazioni oneste, esatte e obiettive su tutto ciò che possa essere d’interesse pubblico. S’intende che, per riportare i fatti in modo “obiettivo”, il giornalista li debba presentare nella loro completezza, onestamente ed omettendo ogni commento. Si presume, infatti, che i fatti vadano riportati come sono e non come dovrebbero o non dovrebbero essere. Il secondo compito di una libera stampa è di fungere da organo di controllo degli elettori sugli eletti. Per questo motivo, negli Stati Uniti la free press, la libera stampa, è considerata parte integrante del sistema ed è addirittura protetta dalla Costituzione. L’osservazione dell’offerta informativa all’interno della televisione italiana porta frequentemente il telespettatore a scorgere un’evidente stridore fra questi principi fondanti e la reale proposta delle emittenti nostrane.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Angius Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3008 click dal 25/01/2006.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.