Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caratterizzazione idrogeologica dell'area di Pergusa (Enna) ed implicazioni sull'ambiente naturalistico

Il lago di Pergusa è ubicato a 5 km a sud dell’abitato di Enna, ha una forma sub-ellittica ed una superficie di 1,4 km. In relazione alla sua natura endoreica, esso riceve acqua esclusivamente dal contributo delle precipitazioni atmosferiche che infiltrandosi vanno ad alimentare la falda acquifera.
Il suo bacino di alimentazione presenta una superficie di circa 8 km con un’altitudine massima di 911 m (Battaglia et al., 1991).
Per le sue caratteristiche naturali e ambientali, il Lago di Pergusa ha da sempre rappresentato un’area di alto interesse sociale e naturalistico. E’ stata, infatti, inserita, nel 1971, nella Carta dei Biotopi d’Italia come zona umida di interesse europeo, area di transito, svernamento e nidificazione di uccelli migratori; nel corso degli anni l’importanza dell’area è stata sempre più valorizzata ed è stata dichiarata Riserva Naturale Speciale (prima in Sicilia) ed inserita nella lista dei siti Ramsar, come Sito di Importanza Comunitaria (SIC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS), (Grasso et al., 2003).
Il presente lavoro di tesi si propone di definire le principali caratteristiche idrogeologiche al fine di verificare come queste interagiscono con l’ambiente circostante. Ciò è stato possibile attraverso il rilevamento geologico dell’area ed il monitoraggio del livello della falda. Sono stati elaborati i dati del monitoraggio per gli anni 2001-2005, messo a disposizione dall’Azienda Sicilia Ambiente, che a tutt’oggi svolge un servizio di monitoraggio ambientale ed una parte, quella concernente il 2005, misurati dallo scivente.
Sono state realizzate carte tematiche riguardanti la geologia, la idrogeologia con l’ubicazione dei pozzi e dei piezometri istallati nel bacino imbrifero.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. Introduzione Il lago di Pergusa è ubicato a 5 km a sud dell’abitato di Enna, ha una forma sub-ellittica ed una superficie di 1,4 km. In relazione alla sua natura endoreica, esso riceve acqua esclusivamente dal contributo delle precipitazioni atmosferiche che infiltrandosi vanno ad alimentare la falda acquifera. Il suo bacino di alimentazione presenta una superficie di circa 8 km 2 con un’altitudine massima di 911 m (Battaglia et al., 1991). Per le sue caratteristiche naturali e ambientali, il Lago di Pergusa ha da sempre rappresentato un’area di alto interesse sociale e naturalistico. E’ stata, infatti, inserita, nel 1971, nella Carta dei Biotopi d’Italia come zona umida di interesse europeo, area di transito, svernamento e nidificazione di uccelli migratori; nel corso degli anni l’importanza dell’area è stata sempre più valorizzata ed è stata dichiarata Riserva Naturale Speciale (prima in Sicilia) ed inserita nella lista dei siti Ramsar, come Sito di Importanza Comunitaria (SIC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS), (Grasso et al., 2003).

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Fabio Nicosia Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1583 click dal 14/02/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.