Skip to content

Le nuove frontiere dell'abuso: il traffico di minori

Informazioni tesi

  Autore: Barbara Salvatore
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia dello sviluppo e della comunicazione
  Relatore: Stefania Crema
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 145

Il traffico di minori è una problematica abbastanza recente presente a livello mondiale.
Coinvolge bambini dalla nascita fino ai 18 anni e in molti casi anche oltre.
Si prendono in considerazione alcune caratteristiche della tematica, quale il continuo mutamento ed evoluzione, nonché l’altro ricambio delle vittime e la violenza a cui sono sottoposte.
Vengono prese in considerazione le normative a livello internazionale, europeo e nazionale emanate per prevenire e contrastare questo fenomeno ed i progetti e le azioni messe in atto fin’ora.
Inoltre viene sottolineato come sia presente il pericolo di traffico di minori nelle zone colpite nel dicembre 2004 dallo Tsunami, già precedentemente afflitte da questo problema.
Considerati gli effetti e le conseguenze che questo fenomeno comporta sulle vittime, si analizzano l’entità del disturbo post-traumatico da stress e di sintomi connessi. Viene ipotizzata una proposta di terapia che si fonda su principi della psicologia dell’emergenza e della resilience. Vengono infatti prese in considerazione attività alternative alla psicoterapia classica quali il disegno, le fiabe ed il teatro, come stimoli ad un’ elaborazione dei traumi nonché come propulsori di risorse proprie.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Capitolo 1 Introduzione al fenomeno Il fenomeno del traffico di bambini ha radici lontane e complesse che si differenziano a seconda dei paesi coinvolti. Esso s’inserisce all’interno del più ampio sistema di violenze e sfruttamento a danni di minori. Esistono oggi infatti forme di abusi più caratterizzati da violenze impalpabili, collegate a forme di criminalità organizzata interessata a trarre alti profitti. Questa moderna forma di schiavitù lede gravemente i diritti fondamentali dell’uomo e rappresenta un enorme problema per la comunità euro-atlantica. Si ritiene che costituisca la terza fonte di profitto della criminalità organizzata dopo il traffico di stupefacenti e quello di armi, strettamente connessi. Il traffico di bambini è quindi l’insieme di tutti i processi per i quali un minorenne viene trasferito da un paese all’altro, o all’interno dello stesso paese, da una zona all’altra come merce di scambio. Più precisamente s’intende il trasferimento di minori da un luogo all’altro allo scopo di sfruttare questi soggetti in attività lucrative, per lo più illecite. 1 Nel traffico sono incluse le attività di reclutamento, trasporto, sottrazione e vendita del minore. Per meglio descrivere questo fenomeno possiamo riportare l’art. 3 del Protocollo di Palermo 2 il quale afferma che: “ la Tratta di persone indica il reclutamento, il trasporto, il trasferimento, l'ospitare o l’accogliere persone, tramite l'impiego o la minaccia di impiego della forza o di altre forme di coercizione, di rapimento, frode, inganno, abuso di potere o di una posizione di vulnerabilità o tramite il dare o ricevere somme di danaro o vantaggi per ottenere il consenso di una persona che ha autorità su un'altra a scopo di sfruttamento. Lo sfruttamento comprende, come minimo, lo sfruttamento della prostituzione altrui o altre forme di sfruttamento sessuale, il lavoro forzato o prestazioni forzate, schiavitù o pratiche analoghe, l'asservimento o il prelievo di organi; il consenso di una vittima della tratta di persone allo sfruttamento di cui al primo punto del presente articolo è irrilevante nei casi in cui 1 Dalla risoluzione Ag 49/166 dell’ Assemblea Generale delle Nazioni Unite. 2 Protocollo addizionale della Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale, dicembre 2000 da A cura di Patrizia Farina, Prostitut(i)te, Conoscere , capire e tutelare le vittime di tratta, Fondazione ISMU e Regione Lombardia, 2005 e Ecpat a report on child trafficking, 2004

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi