Skip to content

Bruce Chatwin e la critica Italiana : 1982-1989.

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Bellintani
  Tipo: Tesi di Master
Master in MASTER IN CRITICA LETTERARIA
Anno: 2001
Docente/Relatore: Baroni Giorgio
Istituito da: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 28

E la critica italiana ?
E’ completamente condivisibile quanto affermano Chiara Dall’Aglio e Maria Cristina De Angelis : «come alla macchina ben rodata dell’ufficio stampa di un grande editore [Adelphi] faccia riscontro in Italia la pochezza delle pagine culturali di giornali e riviste, che di Chatwin hanno trattato a suon di banalità critiche e biografiche, senza cioè uscire dal gioco delle facili classificazioni. Chi ama davvero Chatwin non può assistere impassibile alla sua riduzione ad autore da coffee table ?»
Riduzionismi e banalità circa Chatwin sono stati fatti e continuano a circolare tra i suoi lettori italiani : «Chatwin ? Ah, l’autore di -In Patagonia-! Lo legga è quello il suo romanzo più famoso!» E’ così purtroppo anche tra i colti.
Vorrei smentire totalmente l’affermazione sopra riportata ma l’analisi dei molti articoli apparsi nel periodo da me considerato, non mi permette di allontanare una generale impressione di schematismo interpretativo, contrastata però da alcune belle e approfondite recensioni critiche, di cui darò conto in questo lavoro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. R I F E R I M E N T I . Gli articoli di critica considerati in questo lavoro sono stati trovati presso la Biblioteca Comunale “Sormani” 1 di Milano. In Italia tutte le opere di Chatwin sono state pubblicate dalla casa editrice: «Adelphi». Gli articoli presi in esame in questo lavoro sono solo una parte di quelli reperiti presso la Biblioteca “Sormani” e coprono un periodo temporale che va dal 1982 al 1989. All’interno di questo periodo poi, per motivi di sintesi, ho tralasciato gli articoli e le recensioni che erano solo episodiche ed ho invece considerato quei pezzi e quelle firme che per importanza e ricorrenza hanno trattato di Chatwin. Tra di essi in particolare : I.) Benedetta Bini 2 [ 2 articoli tra il 1982 e il 1989]; II.) Irene Bignardi 3 [ 6 articoli tra il 1983 e il 1991] ; III.) Masolino D’Amico 4 [ 6 articoli tra il 1983 e il 1990] ; IV.) Roberto Francesconi 5 [ 4 articoli tra il 1986 e il 1990] ; 1 Sono oltre 110. 2 Docente di lingua e letteratura inglese all’ Università della Tuscia-Viterbo e direttore dell’Istituto Italiano di cultura a Londra, collaboratrice del quotidiano «Il Manifesto». Ha pubblicato numerosi saggi sul romanzo epistolare del ‘700, su John Ruskin, sulla cultura fin de siècle e sulla narrativa novecentesca; ha curato varie edizioni di autori di lingua inglese. 3 Inviato speciale e critico cinematografico del quotidiano: «La Repubblica» fino ad Ottobre del 2000 quando è stata nominata direttore del Festival Internazionale del Cinema di Locarno. Laureatasi in lettere moderne a Milano, in seguito si specializza in Comunicazione alla Stanford University. Si è occupata di letteratura inglese e americana. Per 10 anni ha tenuto una rubrica di cinema sull’ «Espresso». Dal 1986 al 1989 ha diretto il Festival del film giallo Myfest. Nel 1993 è stata responsabile della sezione Notti Veneziane della Mostra del Cinema di Venezia e membro della commissione esperti. Ha scritto alcune sceneggiature e numerosi saggi per il cinema. 4 Scrittore, traduttore, critico letterario, sceneggiatore, ordinario di Lingua e Letteratura Inglese alla Terza Università di Roma, ha curato per i Meridiani Mondadori le opere di Wilde, Swift, E.M. Forster. Ha tradotto e annotato per il teatro più di quaranta testi, di Shakespeare, Sheridan, Tennesse Williams, Arthur Miller, Noel Coward, ed altri. Ha collaborato a sceneggiature cinematografiche, in particolare Romeo e Giulietta e Otello di Franco Zeffirelli e a Panni Sporchi di Mario Monicelli. Dal 1989 è critico teatrale del quotidiano “La Stampa”. 5 Giornalista culturale del quotidiano «Il Piccolo» di Trieste.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adelphi
antonella natale riem
antonio spadaro
benedetta bini
il manifesto
irene bignardi
la repubblica
la stampa
masolino d'amico
pagine culturali
recensioni
roberto calasso

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi