Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Bruce Chatwin e la critica Italiana : 1982-1989.

E la critica italiana ?
E’ completamente condivisibile quanto affermano Chiara Dall’Aglio e Maria Cristina De Angelis : «come alla macchina ben rodata dell’ufficio stampa di un grande editore [Adelphi] faccia riscontro in Italia la pochezza delle pagine culturali di giornali e riviste, che di Chatwin hanno trattato a suon di banalità critiche e biografiche, senza cioè uscire dal gioco delle facili classificazioni. Chi ama davvero Chatwin non può assistere impassibile alla sua riduzione ad autore da coffee table ?»
Riduzionismi e banalità circa Chatwin sono stati fatti e continuano a circolare tra i suoi lettori italiani : «Chatwin ? Ah, l’autore di -In Patagonia-! Lo legga è quello il suo romanzo più famoso!» E’ così purtroppo anche tra i colti.
Vorrei smentire totalmente l’affermazione sopra riportata ma l’analisi dei molti articoli apparsi nel periodo da me considerato, non mi permette di allontanare una generale impressione di schematismo interpretativo, contrastata però da alcune belle e approfondite recensioni critiche, di cui darò conto in questo lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. R I F E R I M E N T I . Gli articoli di critica considerati in questo lavoro sono stati trovati presso la Biblioteca Comunale “Sormani” 1 di Milano. In Italia tutte le opere di Chatwin sono state pubblicate dalla casa editrice: «Adelphi». Gli articoli presi in esame in questo lavoro sono solo una parte di quelli reperiti presso la Biblioteca “Sormani” e coprono un periodo temporale che va dal 1982 al 1989. All’interno di questo periodo poi, per motivi di sintesi, ho tralasciato gli articoli e le recensioni che erano solo episodiche ed ho invece considerato quei pezzi e quelle firme che per importanza e ricorrenza hanno trattato di Chatwin. Tra di essi in particolare : I.) Benedetta Bini 2 [ 2 articoli tra il 1982 e il 1989]; II.) Irene Bignardi 3 [ 6 articoli tra il 1983 e il 1991] ; III.) Masolino D’Amico 4 [ 6 articoli tra il 1983 e il 1990] ; IV.) Roberto Francesconi 5 [ 4 articoli tra il 1986 e il 1990] ; 1 Sono oltre 110. 2 Docente di lingua e letteratura inglese all’ Università della Tuscia-Viterbo e direttore dell’Istituto Italiano di cultura a Londra, collaboratrice del quotidiano «Il Manifesto». Ha pubblicato numerosi saggi sul romanzo epistolare del ‘700, su John Ruskin, sulla cultura fin de siècle e sulla narrativa novecentesca; ha curato varie edizioni di autori di lingua inglese. 3 Inviato speciale e critico cinematografico del quotidiano: «La Repubblica» fino ad Ottobre del 2000 quando è stata nominata direttore del Festival Internazionale del Cinema di Locarno. Laureatasi in lettere moderne a Milano, in seguito si specializza in Comunicazione alla Stanford University. Si è occupata di letteratura inglese e americana. Per 10 anni ha tenuto una rubrica di cinema sull’ «Espresso». Dal 1986 al 1989 ha diretto il Festival del film giallo Myfest. Nel 1993 è stata responsabile della sezione Notti Veneziane della Mostra del Cinema di Venezia e membro della commissione esperti. Ha scritto alcune sceneggiature e numerosi saggi per il cinema. 4 Scrittore, traduttore, critico letterario, sceneggiatore, ordinario di Lingua e Letteratura Inglese alla Terza Università di Roma, ha curato per i Meridiani Mondadori le opere di Wilde, Swift, E.M. Forster. Ha tradotto e annotato per il teatro più di quaranta testi, di Shakespeare, Sheridan, Tennesse Williams, Arthur Miller, Noel Coward, ed altri. Ha collaborato a sceneggiature cinematografiche, in particolare Romeo e Giulietta e Otello di Franco Zeffirelli e a Panni Sporchi di Mario Monicelli. Dal 1989 è critico teatrale del quotidiano “La Stampa”. 5 Giornalista culturale del quotidiano «Il Piccolo» di Trieste.

Tesi di Master

Autore: Paolo Bellintani Contatta »

Composta da 28 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1242 click dal 26/01/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.