Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Realizzazione di un down converter riconfigurabile con dispositivi Fpga per ricevitori multistandard

In questo lavoro di tesi è stato realizzato un Down converter per ricevitori software radio, capace di ricevere gli standard GSM, UMTS, IS95.
Nella prima parte viene introdotto il concetto di software radio, successivamente vengono illustrati i possibili schemi di down converter ed i dispositivi FPGA utilizzati.
Nell'ultima parte vengono mostrati i risultati ottenuti in fase di implementazione del dispositivo, in particolare è stato utilizzato il dispositivo XC40110XV della Xilinx.

Mostra/Nascondi contenuto.
Software Radio 4 CAPITOLO 1 SOFTWARE RADIO 1.1 Introduzione Fin dall’invenzione del ricevitore Supereterodina nella seconda decade del 1900, le architetture radio sono rimaste sostanzialmente invariate. Ciò è vero nonostante che lo sviluppo dei singoli componenti non si sia fermato: una crescente integrazione, dispositivi sempre più ricercati, l’uso di circuiteria digitale per implementare funzioni in banda base sono alcuni esempi di progresso tecnologico nel campo delle telecomunicazioni. La crescita esponenziale, fin dagli anni ’80, delle comunicazioni cellulari mobili, ha portato alla nascita nel mondo di diversi standard, senza che uno nuovo sostituisse in “toto” quello vecchio. Inoltre, la forte competività fra le industrie europee, americane ed asiatiche difficilmente porterà alla definizione di un unico standard per i futuri sistemi mobili; tutto questo però è in contrasto con i risultati di analisi di mercato che indicano in maniera inequivocabile i notevoli benefici che deriverebbero dall’adozione di un unico standard mondiale. E’ in questo ambiente che il concetto di “ Software Radio ” (SDR, Software Defined Radio) emerge sempre più come candidato qualificato alla risoluzione del problema. Il SDR è una tecnologia emergente che consente di costruire rapidamente sistemi radio flessibili, modulari, multibanda e multimodo; in altre parole la realizzazione software di un terminale capace di adattarsi dinamicamente all’ambiente radio nel quale è localizzato, volta per volta. Ciò ci fornisce la possibilità di creare infrastrutture radio che possano essere programmate per nuovi standard e che possano essere dinamicamente aggiornate con nuove “personalità “, permettendo così la riduzione dei costi di esercizio e manutenzione (in gergo detti di Operating & Maintenance, OA&M) e di quelli di acquisizioni di nuovo hardware, nel caso che il fornitore di servizi voglia introdurne di nuovi.

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Claudio Casagrande Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1631 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.