Skip to content

Disengaging the Periphery: Akutagawa Ryunosuke and the Literature of Distraction

Informazioni tesi

  Autore: David Walker
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2006
  Università: UCLA
  Corso: East Asian Languages and Cultures
  Relatore: Seiji Lippit
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 30

To many Japanese, the initial image of modernity was one representing a threatening, foreign disruption. In an unwelcome challenge to the tautly delimited geographic and historical boundaries of an intricately wrought, meticulously ordered society, in July of 1853, the modern appeared in Uraga Harbor as a phantasmal, alien configuration of black, smoke, ship, wheels. From the perspective of the West, however, perhaps the most intriguing thing about the Susquehanna and its fleet was a document, demanding that the closed system of Japan open itself, and underwritten with the threat of imminent annihilation.
In its decision to perceive the threat as credible, Japan was almost instantaneously endowed with a devastating consciousness of lack. The country was overcome with an urgent sense of need for supplementation. Accompanying this consciousness was a drive to become whole unprecedented in modern history. However, for Japan, the production of “progress” amounted to a stunningly vast and accelerated ingestion of the non-indigene, rendering the success of the project potentially tantamount to a self-execution of the other-executed obliteration it had undertaken to avert. In this way, the modern arrived in Japan in a form that, for many, instigated an engagement of the periphery, serving as the proximate cause of a process mobilizing an array of vital inquiries into essential delineations of object and subject. For some, however, the breach was even wider, constituting a critical rupture through which articulations of space internal to neither term’s domain would erupt onto every tier of the Japanese landscape.
This paper makes the assertion that Japan’s initial bifurcated geographic disposition, with its emphasis on immobility and separation, provides a frame of reference for evaluating other aspects of traditional Japanese culture—in particular, its literature—as well as a way of apprehending individual meaning-making in pre-Meiji Japan. In arguing that this structure eventually gave way to Meiji Japan’s assumption of a topographic attitude of fluidity and concentration, the paper also claims that this new configuration was also multi-layered and can thus be linked to a coordinate alteration in Japan’s phrenic layout. However, the point of view expressed here, though perhaps not always directly, is that, while the teleology of the modern structural adaptation is of an essentially foreign inscription, the origins of the traditional formation can be linked to sources of an axiomatically native architecture.
Finally, in discussing the literature of Akutagawa Ryûnosuke, it is suggested that he consistently subverted both of these archetypal configurations, first by rejecting the de dicto orientation toward affect of received formal conventions while in large part adopting the formal techniques themselves, and, subsequently, by disinheriting even those practices, choosing near the end of his career to engage a narrative space exploiting the fluid, concentrated conditions of modernity.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Walker 2 IntroDuction To many Japanese, the initial image of modernity was one representing a threatening, foreign disruption. In an unwelcome challenge to the tautly delimited geographic and historical boundaries of an intricately wrought, meticulously ordered society, in July of 1853, the modern appeared in Uraga Harbor as a phantasmal, alien configuration of black, smoke, ship, wheels. From the perspective of the West, however, perhaps the most intriguing thing about the Susquehanna and its fleet was a document, demanding that the closed system of Japan open itself, and underwritten with the threat of imminent annihilation. In its decision to perceive the threat as credible, Japan was almost instantaneously endowed with a devastating consciousness of lack. The country was overcome with an urgent sense of need for supplementation. Accompanying this consciousness was a drive to become whole unprecedented in modern history. However, for Japan, the production of “progress” amounted to a stunningly vast and accelerated ingestion of the non-indigene, rendering the success of the project potentially tantamount to a self-execution of the other- executed obliteration it had undertaken to avert. In this way, the modern arrived in Japan in a form that, for many, instigated an engagement of the periphery, serving as the proximate cause of a process mobilizing an array of vital inquiries into essential delineations of object and subject. For some, however, the breach was even wider, constituting a critical rupture through which articulations of space internal to neither term’s domain would erupt onto every tier of the Japanese landscape.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

akutagawa
benjamin
derrida
japan
japanese
literature
meiji
ryunosuke
soseki
taisho
topography
walker

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi