Skip to content

I Contratti di Utilizzazione della Nave, in particolare il Time-Charter

Informazioni tesi

  Autore: Dorian Mersini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Sergio Maria Carbone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 211

Il trasporto marittimo è estremamente differenziato a causa della grande varietà qualitativa e quantitativa delle cose da trasportate: da uno a più colli di peso e volume relativamente modesto a quantitativi considerevoli. Si pensi da un lato al trasporto di alcuni contenitori o di alcuni prodotti a quello di un carico di cereali, di minerale o di petrolio grezzo: alcune tonnellate o decine di tonnellate nel primo caso, decine o centinaia di migliaia nel secondo. È evidente che non solo le navi devono avere caratteristiche differenti, ma altrettanto diverso deve essere il servizio di trasporto nella struttura organizzativa per rispondere ai bisogni di una clientela cosi diversificata.
Per trasferire da un luogo ad un altro un piccolo quantitativo di merci occorre trovare spazio a bordo di una nave il cui vettore sia disposto ad accettare un nolo basato sul peso o sul volume di tali merci e non sull’intera portata della nave; per trasferire invece un quantitativo ingente può essere meno costoso, e più pratico, utilizzare un intera nave. Proprio in quest’ultimo caso la disponibilità dell’intera nave può essere ottenuta attraverso diversi contratti di utilizzazione del natante stesso, che permettono di usufruire della nave senza dover affrontare la spesa necessaria all’acquisto della stessa. La prassi contrattuale odierna mette in luce tre diverse tipologie di contratti di utilizzazione della nave: la locazione, con la quale avviene la materiale consegna della nave al conduttore ed il passaggio della veste di armatore dal proprietario al conduttore, il noleggio ed il contratto di trasporto, con il quale il noleggiatore diventa vettore stipulando uno o più contratti con dei caricatori impegnandosi a trasportare le merci e a consegnarle ad un ricevitore. È evidente come in questi tre contratti la nave assume una funzione diversa; nella locazione, essa costituisce l’oggetto della prestazione, mentre sia nel noleggio che nel trasporto essa non è che lo strumento col quale il noleggiante o il vettore deve adempiere la propria obbligazione.
Il noleggio assume tre forme principali a seconda delle esigenze specifiche di colui o coloro che abbisognano dello spazio – nave: ci si trova quindi di fronte ad un noleggio a tempo quando il noleggiatore ha bisogno della nave per un periodo di tempo da lui determinato; si stipulano invece contratti di noleggio a viaggio se il noleggiatore necessita del natante per una sola determinata tratta; nel caso di “tonnage agreement”, invece si tenta di garantire una certa continuità ai flussi di trasporto da o verso un grande complesso industriale.
Per ognuna delle predette forme di noleggio e per i vari tipi di navi impiegate, la pratica ha predisposto una varietà di formulari di contratto (standard forms) che rispecchiano in dettaglio le obbligazioni reciproche delle parti e le particolari condizioni connesse con la specialità dei rapporti. L’insieme di questi formulari rappresenta la disciplina convenzionale del noleggio.
Oggetto del presente lavoro è quello di analizzare in dettaglio il noleggio a tempo (time – charter) con particolare riferimento alle conseguenze nascenti dalla cessazione di questo contratto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il trasporto marittimo è estremamente differenziato a causa della grande varietà qualitativa e quantitativa delle cose da trasportate: da uno a più colli di peso e volume relativamente modesto a quantitativi considerevoli. Si pensi da un lato al trasporto di alcuni contenitori o di alcuni prodotti a quello di un carico di cereali, di minerale o di petrolio grezzo: alcune tonnellate o decine di tonnellate nel primo caso, decine o centinaia di migliaia nel secondo. È evidente che non solo le navi devono avere caratteristiche differenti, ma altrettanto diverso deve essere il servizio di trasporto nella struttura organizzativa per rispondere ai bisogni di una clientela cosi diversificata 1 . Per trasferire da un luogo ad un altro un piccolo quantitativo di merci occorre trovare spazio a bordo di una nave il cui vettore sia disposto ad accettare un nolo basato sul peso o sul volume di tali merci e non sull’intera portata della nave; per trasferire invece un quantitativo ingente può essere meno costoso, e più pratico, utilizzare un intera nave. Proprio in quest’ultimo caso la disponibilità dell’intera nave può essere ottenuta attraverso diversi contratti di utilizzazione del natante stesso, che permettono di usufruire della nave senza dover affrontare la spesa necessaria all’acquisto della stessa. La prassi contrattuale odierna mette in luce tre diverse tipologie di contratti di utilizzazione della nave: la locazione, con la quale avviene la materiale consegna della nave al conduttore ed il passaggio della veste di armatore dal proprietario al conduttore, il noleggio ed il contratto di trasporto, con il quale il noleggiatore diventa vettore stipulando uno o più contratti con dei caricatori impegnandosi a 1 F. BERLINGIERI, Il trasporto marittimo, Genova, 1975, pag. 3.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aereo
agenzia
albanian maritime expert
albanian maritime law firm
bare boat charter
charter - party
cmr convention
convention of bruxelles
imo organization
incoterms
isps code
leasing contract
maritime code
marittimo
noleggio
p&i insurance
port of durres
solas convention
time - charter
voyage - charter
formazione & certificazione marittimi albania
certification class society
yacht port services
corsi stcw 95 albania

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi