Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il festival di Avignone

Il teatro e l'arte contribuiscono sempre a liberare l'individuo.
Il miracolo si ripete ogni anno ad Avignon ormai dal 1947 senza mai diventare consueto o trito.
"Una domanda ben posta o anche un solo dubbio profondamente vissuto sono allora più fecondi di risposte consuete, espressioni di consuete verità'".
da J.M. Lotman.

Il mio lavoro vuole essere anche un invito, a chi vuole vivere per venti giorni la festa e il teatro, liberamente, seguendo uno spettacolo ufficiale nella cour d'honneur, o seduto sopra un gradino di una piazza.
Tutto lo sforzo di Jean Vilar, il cui massimo risultato è il Festival, nasce dalla volontà di mettere a disposizione del popolo l'arte e la cultura che non si deve tenere per sé ma che bisogna saper condividere.
Festival per lui significa festa.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La comprensione dell’evento artistico e culturale denominato festival d’Avignon e dell’attività di Jean Vilar, creatore e propulsore di esso, non può avvenire soltanto attraverso la lettura di libri e articoli sull’argomento, è invece necessario esserci. La partecipazione costituisce infatti la chiave di lettura più utile e affascinante. La decisione di recarmi ad Avignon per assistere all’edizione del festival 1998, è stata dettata, oltre che da una certa curiosità, anche dalla necessità di reperire il materiale di studio che si trova per lo più nella città stessa e precisamente nella Maison Jean Vilar . Questo spazio, che raccoglie tutto il materiale riguardante il festival e il suo creatore, offre ai visitatori tutta una serie di documenti sul festival ordinati in maniera dettagliata e per argomento, inoltre il personale lavorativo fornisce anche degli spunti di ricerca sul tema da trattare. Ciò mi ha permesso di consultare agevolmente gli schedari e di avere il tempo libero sufficiente per assistere agli spettacoli e per vivere al meglio questa festa teatrale. Ho potuto anche visitare, all’interno della Maison stessa, una mostra di costumi di scena e di fotografie sugli spettacoli del T.N.P.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Barbara Deiana Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2347 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.