Skip to content

La P2 al ''Corriere''. Una scalata al Quarto Potere

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Troilo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Pierfrancesco Giannangeli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

Dalla scoperta degli elenchi della Loggia Massonica P2 al tentativo di scalata al “Corriere” da parte di Stefano Ricucci. Un sottile parallelismo tra vecchia e nuova scalata ai vertici del "Quarto Potere".

La prima parte del lavoro è dedicata alle vicende che hanno colpito il Paese negli anni Settanta e Ottanta fino allo scoppio dello scandalo della P2. Il ritmo è frenetico, incalzante. Non c’è tempo da perdere, bisogna dire tutto e subito. Ogni paragrafo è un articolo di giornale, una finestra sul mondo, lo specchio di un determinato avvenimento. Sangue, lotte, vittime e guerre di potere che si sedimentano alla base di un terreno sopra al quale sarà possibile costruire l’Italia del ventunesimo secolo.

Il secondo capitolo entra nel cuore del problema analizzato e dibattuto in questo saggio: l’informazione. Con l’assalto al “Corriere della Sera” si concretizza di fatto la politica di penetrazione del sistema operata dalla Loggia gelliana. Giornalisti corrotti, editori comprati e “Corriere” nella morsa della P2. Sono gli anni più bui per via Solferino. La testata ne uscirà tramortita e screditata e ci vorranno degli anni per riacquistare il prestigio e la credibilità che hanno fatto del “Corriere” il “giornale dei giornali”.

Dopo una breve analisi delle principali teorie sul potere dei mass-media, l’ultimo capitolo è una fotografia del giornalismo nel nostro Paese a distanza di quasi 25 anni dallo scandalo della P2. Difetti, virtù ma soprattutto vizi degli operatori dell’informazione che, nella maggior parte dei casi, hanno dimenticato il loro vero padrone. Il lettore. L’Italia vive così uno dei momenti più infelici per il settore dell’informazione e per la cosiddetta “libertà di stampa”. A tutto ciò si aggiunge il nuovo tentativo di scalata al “Corriere”, portato avanti stavolta da un certo Stefano Ricucci insieme ai "furbetti del quartierino".

Fondamentale, per la stesura di questo lavoro, è stato il contributo fornito dai quotidiani e dalle riviste: attraverso ricerche di archivio è stato possibile ricostruire le vicende che hanno colpito l’informazione del nostro Paese fino agli ultimi mesi del 2005. L’appendice contiene, infine, tre interviste, realizzate dall'autore, a tre autorevoli firme del giornalismo italiano: Oliviero Beha, Peter Gomez e Gianni Barbacetto. Tre cronisti del nostro tempo che non hanno mai avuto paura di scontrarsi con il potere.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Ci sono momenti, periodi, stagioni in cui hai l’impressione che il precipizio sia quasi inevitabile, per te, per i tuoi figli, per il tuo Paese. In nome di quel “quasi” devi almeno tentare di urlare il più forte possibile, raccordando le urla con quello che fai quotidianamente, a qualunque livello. Magari “senza perdere la tenerezza”. Oliviero Beha E’ la notte del 20 maggio del 1981. Milioni di italiani sono seduti su un divano in compagnia della loro famiglia. Padri, madri e figlioletti. La televisione, accesa, è sintonizzata sul primo canale per la consueta edizione del telegiornale. Improvvisamente l’atmosfera cambia. Il mezzobusto di turno annuncia l’inannunciabile. Il presidente del Consiglio, Arnaldo Forlani, ha da poco trasmesso al Parlamento le liste dei 962 affiliati alla Loggia massonica segreta P2. Di questa si parla già da qualche tempo, ma ora i suoi componenti prendono un nome e un volto. E gli italiani scoprono che esiste un potere sotterraneo, un governo parallelo, uno Stato nello Stato. Dalle liste, sequestrate due mesi prima dalla Guardia di finanza, emergono scottanti particolari. Sono iscritti alla Loggia del Venerabile Gelli decine di uomini politici, faccendieri, burocrati, militari, banchieri e alti finanzieri. Il Paese è sotto shock. Dal vaso di Pandora affiorano in superficie nomi di importanti industriali, grandi editori e affermati giornalisti. Anche il più prestigioso quotidiano d’Italia, “Il Corriere della Sera”, risulta indirettamente iscritto alla Loggia. L’Italia si sente debole come non mai. Gli italiani traditi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aldo moro
anni di piombo
berlusconi
corriere
corriere della sera
giornalismo
informazione
informazione massoneria
licio gelli
loggia p2
mass-media
massoneria
massoneria corriere della sera
massoni corriere della sera
p2 corriere
piano di rinascita democratica
propaganda 2
quarto potere
rizzoli
scalata a rcs
stampa
stefano ricucci
stragismo
walter tobagi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi