Skip to content

Cultural Diversity: Source of Conflict or Solution? A Study of Hybridisation Processes in the Öresund Region

Informazioni tesi

  Autore: Nahikari Irastorza
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2004
  Università: University of Uppsala
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 56

Cultural diversity: Source of conflict or solution? Starting from this general and personally unsolvable question, I argue that, in order to avoid the potential intercultural conflicts and through the promotion of mutual knowledge, understanding and respect, cultural diversity could become a source of opportunities. Following Canclini´s ideas, I suggest an appropriate management of hybridisation processes as an alternative of the said conflicts. Due to my interest in the every day life more than in policies, I relate this theoretical framework to a real multicultural context: the Öresund region. I have selected the factors physical mobility and immigration for analysing the hybridisation processes that could arise around the said indicators. Finally, I ask the following two questions: Firstly, has the creation of the Öresund region boosted the cross-border physical mobility and thus hybridisation processes between Danes and Swedes? Secondly, has the creation of the Öresund region boosted the flow of immigrants and thus hybridisation processes amongst them, Swedes and Danes?

Based on the data and the literature on this issue and guided by some personal interviews and impressions about the region, I come to the following conclusion: Referring to the first question, I concluded that the creation of the Öresund project has boosted the cross-border physical mobility and hybridisation processes between Danes and Swedes. Besides, concerning to the second question and due to some data limitations, I can not state that the promotion of the region has boosted the flow of immigrants nor hybridisation processes amongst immigrants, Swedes and Danes. As a final reflection, I wonder if immigrants are not taken into account in the building of this new and ambitious region, i.e., if the cultural diversity of the Öresund region is not considered as a potential source of possibilities, it could become a real source of conflict among the excluded group and the rest of the society. Could, some day, the real bridge between Denmark and Sweden become a real bridge amongst the inhabitants of the Öresund?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUCTION Cross-border population flows, such as migration, lead to increased diversity within societies. This diversity often refers to the co-existence of a difference in behaviour, traditions and customs, in short, a diversity of cultures. UNESCO's governing body, the General Conference, adopted the UNESCO Universal Declaration on Cultural Diversity in 2001. It aims both to preserve cultural diversity as a living, and thus renewable treasure that must not be perceived as being unchanging heritage but as a process guaranteeing the survival of humanity; and to prevent segregation and fundamentalism which, in the name of cultural differences, would sanctify those differences and so counter the message of the Universal Declaration of Human Rights. The Universal Declaration makes it clear that each individual must acknowledge not only otherness in all its forms but also the plurality of his or her own identity, within societies that are themselves plural. Only in this way can cultural diversity be preserved as an adaptive process and as a capacity for expression, creation and innovation. The debate between those countries which would like to defend cultural goods and services ‘which as vectors of identity, values and meaning, must not be treated as mere commodities or consumer goods’, and those which would hope to promote cultural rights has thus been surpassed, with the two approaches brought together by the Declaration, which has highlighted the causal link uniting two complementary attitudes. (UNESCO Universal Declaration on Cultural Diversity, 2001) Starting points In the case of the European Union, the cultural diversity is almost always presented as a potential source of difficult or even insoluble conflicts. Why don't we turn things around and think of this cultural diversity as a cultural treasure rather than adopting the usual negative stance? If we could appreciate the immense richness of learning opportunities that diversity offers we would not need to look for solutions to these conflicts, which frequently arise from the misunderstandings created by these very cultural differences.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cultural diversity
cultural hybridisation
denmark
immigration
mobility
öresund
sweden

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi