Skip to content

Nuovi Sviluppi Nella Preparazione Ed Applicazione Di Film Di Diadi Contenenti Derivati Fullerenici E Sistemi Donori

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Martino
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria dei Materiali
  Relatore: Ludovico Prof. Valli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 172

Il presente lavoro di tesi è incentrato sulla deposizione di alcuni sistemi Donore-Accettore su vari substrati, sotto forma di film di Langmuir-Schäfer, per costruire aggregati supramolecolari con un alto grado d’ordine strutturale. Lo scopo finale è quello di realizzare nuove architetture auto-assemblate che possono essere d’interesse per l’implementazione di prototipi di celle fotovoltaiche.
Questa tesi inizia con una discussione sullo stato dell’arte del fotovoltaico fornendo un’introduzione sulle sue basi teoriche, i concetti fondamentali del fotovoltaico organico, le attuali tecnologie e sui differenti tipi di materiali utilizzati. Segue una rassegna dei risultati ottenuti per varie celle categorizzate per diverse architetture dei dispositivi.
Nel quarto capitolo vengono presentate le tecniche di deposizione Langmuir-Blodgett e Langmuir-Schäfer, le tecniche di caratterizzazione utilizzate, nonché i sistemi molecolari oggetto del presente studio.
Infine, i capitoli 5, 6 e 7 sono incentrati sulla presentazione, analisi e discussione dei risultati sperimentali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Stefano Martino VI Introduzione Lo sviluppo di una sorgente d’energia rinnovabile ed economica è una delle sfide tecnologiche più importanti del nostro tempo. L’energia solare è una sorgente inesauribile che potrebbe essere sfruttata in futuro per venire incontro alle nostre crescenti necessità d’energia. Sebbene le tradizionali tecnologie fotovoltaiche abbiano guadagnato una considerevole fetta di mercato e successo commerciale, gli alti costi di produzione e d’installazione limitano ancora le loro possibilità commerciali ed il loro utilizzo come una seria alternativa ai combustibili fossili ed, anche, alle altre energie rinnovabili in competizione. E’ ormai urgente un significativo balzo in avanti nell’avanzamento scientifico e tecnologico di sorgenti di energie rinnovabili per modificare metodi di produzione di energia provati ma ormai insostenibili. La nanotecnologia sta conducendo a nuovi interessanti sviluppi nella tecnologia fotovoltaica. I progressi nella sintesi organica e nelle tecniche d’ingegnerizzazione dei materiali hanno permesso di ottenere una fotocorrente da molecole organiche in un processo che mima le prime fasi della fotosintesi nelle piante, aprendo potenzialmente la via a celle solari economiche e onnipresenti. La produzione di materiali innovativi, soprattutto nel campo della micro e nano- elettronica e del fotovoltaico, dipende dall’abilità di costruire strutture complesse con dimensioni nella scala dei nanometri, utilizzando diversi tipi di molecole che possiedono precise proprietà elettriche e ottiche. Strutture ordinate di dimensioni nanometriche non possono essere costruite facilmente tramite metodi convenzionali di nanofabbricazione (approccio ”top down”). Il metodo più indicato per costruire questi sistemi è il cosiddetto “bottom-up”, in cui si sfrutta la capacità delle molecole di interagire tra loro assemblandosi in strutture ordinate. Strutture supramolecolari ordinate, supportate su superfici piatte, possono essere assemblate facendo uso di interazioni intermolecolari deboli che tengono unite le unità costitutive della struttura, cioè le molecole. Questo approccio semplice ed economico è proprio quello seguito dalle tecniche Langmuir-Blodgett (LB) e Langmuir-Schäfer (LS). Tali tecniche hanno suscitato l’interesse dei ricercatori negli ultimi decenni grazie alla possibilità che esse offrono d’ingegnerizzare i materiali, poiché consentono di disporre ben definiti gruppi molecolari a precise distanze gli uni dagli altri, assemblandoli in architetture altamente ordinate. In questo modo si possono realizzare nuovi materiali a film sottile di livello molecolare e strutture bidimensionali con un alto grado di orientazione delle molecole al suo interno.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cdte nanostrutturato
film sottili
fotovoltaico
fullerene
porfirina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi