Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

T-commerce tra Internet e digitale terrestre: premesse, analisi e prospettive.

Scopo del mio lavoro di tesi è quello di mettere in evidenza come il mezzo televisivo possa favorire l’avvicinamento di persone meno attente alle tecnologie ai servizi interattivi ed in particolare come possano essere messe in condizione di effettuare operazioni transazionali on-line. La televisione digitale terrestre, sulla scia di Internet, offre la possibilità ad ogni cittadino di usufruire delle operazioni che facilitano lo svolgimento delle attività che prima si potevano effettuare unicamente recandosi di persona in luoghi affollati come gli uffici postali. La televisione può essere adoperata dai telespettatori per svolgere operazioni commerciali, come il pagamento di una bolletta o anche l’acquisto di un prodotto reclamizzato in un spot.
La diffidenza degli utenti nei confronti del commercio elettronico e la poca fiducia riposta in un mezzo come il computer può essere fronteggiata unendo le potenzialità di Internet con quelle della televisione e puntando sulla larga diffusione di quest’ultima. Oltre allo scopo fondamentale di razionalizzazione dello spettro televisivo italiano, la televisione digitale terrestre ed i relativi servizi transazionali si pongono l’obiettivo di ridurre il fenomeno del digital divide, ovvero le disuguaglianze nell’accesso e nell’utilizzo delle tecnologie della società dell’informazione. Le disparità che si ripercuotono sulla qualità della vita e sulle opportunità di accedere ai mezzi di comunicazione possono essere superate. Non ha ragione di esistere una divergenza tra coloro che hanno la possibilità e le conoscenze per accedere ad Internet ed il resto della popolazione che non riesce ad accedere agevolmente alle infrastrutture di comunicazione basilari. Puntando sull’alto tasso di diffusione della televisione italiana, che è pari al 99%, e sulle caratteristiche della tv digitale che la rendono interattiva si intende assicurare l’accesso ai numerosi servizi prima disponibili solo sul Web a tutti i cittadini.
Allo scopo di mettere in evidenza come anche le fasce della popolazione più emarginate per vari ordini di fattori sociali, economici o d’età possa agevolmente accedere ai servizi di t-commerce, ossia il commercio interattivo tramite tv, ho esaminato le caratteristiche che lo differenziano dal commercio on-line effettuato tramite pc, ma anche i punti di forza che vengono ripresi per fare in modo che il t-commerce possa diventare una nuova killer application. I nuovi modelli televisivi nascono per soddisfare le nuove esigenze dei telespettatori di personalizzazione dei contenuti e soddisfacimento delle proprie esigenze. Gli utenti televisivi desiderano sempre di più essere parte attiva del processo comunicativo che avviene tra di essi e la televisione. Si è sempre può orientati a catturare l’attenzione di un pubblico che è il protagonista indiscusso del consumo televisivo, si pone attenzione ai contenuti veicolati ed in particolare ai servizi offerti che permettono di ricevere un feedback da parte dell’utenza. Il ritardo nella diffusione del computer non fa altro che rallentare la diffusione dei servizi interattivi offerti dal Web. Nonostante la rivoluzione digitale in corso, la televisione rimane il medium più importante, alla luce di questa ha però ripensato alla propria programmazione e struttura. Per veicolare i servizi di commercio elettronico si punta sul ruolo di protagonista indiscussa nelle case degli italiani ricoperto dalla tv, la convergenza tra il mezzo televisivo ed il computer induce a preferire il primo per erogare vari servizi proprio per la facilità d’uso dei comandi, tramite essa è possibile navigare nel Web in un modo così semplice che anche la fascia della popolazione che incontra grosse difficoltà nell’utilizzo del computer, come gli anziani, può facilmente accedervi. La rivoluzione digitale ha fatto in modo che un mezzo di comunicazione tradizionale come la tv assumesse un nuovo volto maggiormente in grado di avvicinare e far interagire gli utenti con essa. Oltre comunque ad offrire la possibilità di abbattere il digital divide, la televisione digitale terrestre ed i relativi servizi interattivi come il t-commerce offrono grosse opportunità di crescita economica ad un Paese come l’Italia. Il t-commerce appare come uno dei servizi più utili e potenzialmente redditizi, molte persone che già adoperavano la Rete per effettuare acquisti, oggi, con la possibilità offerta dal digitale, preferisce farlo tramite la tv. L’interattività possibile riesce a soddisfare interessi di carattere generale: costituisce un’opportunità per generare nuovi ritorni sotto i vari aspetti di tipo strategico, economico e sociale. La televisione digitale terrestre ha tutte le premesse per diventare un tipo di tecnologia in grado di modificare le nostre abitudini di acquisto e garantire un’ottima interazione dell’utente con il programma tramite il semplicissimo uso del telecomando.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE La realtà che oggi ci circonda cambia molto velocemente, l’utilizzo della tecnologia ha mutato radicalmente il nostro modo di vivere e comunicare. Anche la vecchia e cara televisione è stata stravolta da innovazioni sempre più frequenti che l’hanno resa una lontana parente di quello scatolone che ormai più di 50 anni fa arredava le case dei nostri nonni. Oltre ad un processo di miniaturizzazione, che ha interessato tutti gli oggetti elettronici, la televisione è stata investita dalla cosiddetta rivoluzione digitale che l’ha dotata di nuove e inimmaginabili funzionalità. Il concorrente più pericoloso per la televisione nella corsa al predominio tra i mezzi di comunicazione è rappresentato dal computer e dalla sua rete più famosa: Internet. L’utilizzo di Internet ci ha dato la possibilità di svolgere operazioni che altrimenti avrebbero richiesto uno spostamento fisico e perdita di tempo. La bassa percentuale di penetrazione del computer, tuttavia, non garantisce il raggiungimento della totalità della popolazione e non assicura che i servizi che questa nuova tecnologia rende possibili siano usufruibili da tutti. Le potenzialità di Internet non sono sfuggite all’attenzione degli enti pubblici e di governo ed alle aziende che ormai se ne servono quasi in maniera esclusiva per comunicare con i cittadini. Il Web, però, non è in grado di assicurare la partecipazione di tutta la popolazione e di ridurre al minino la possibilità di esclusione di coloro che non hanno accesso alle nuove tecnologie per motivi economici, culturali e sociali. In un simile scenario, la televisione, grazie alla sua diffusione capillare, ha la possibilità e le capacità per permettere il pieno

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giovanna Montagna Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2094 click dal 15/03/2006.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.