Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I componenti straordinari di reddito nell'informazione di bilancio

I componenti straordinari di reddito hanno sempre rappresentato un'area grigia del bilancio dove spesso si sono appostati dei valori di dubbia provenienza

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione. I componenti straordinari di reddito rappresentano una tra le poste più controverse del bilancio d’esercizio. L’argomento è stato oggetto di numerosi dibattiti dottrinari che hanno dimostrato la delicatezza e la difficoltà di una loro corretta classificazione. Le difficoltà sono dovute alla notevole soggettività esistente nella valutazione e classificazione di tali poste di bilancio, tale da rendere necessario un ripetuto intervento dei Dottori Commercialisti, sfociato recentemente nell’emanazione di un ulteriore principio contabile. Nonostante ciò, i dubbi e le critiche circa i criteri di classificazione dei componenti in esame, non sono stati del tutto eliminati e permangono tuttora. Lo studio dei componenti straordinari di reddito condotto in tale sede mira ad evidenziare alcuni aspetti di notevole importanza per quanto concerne le dinamiche di redazione del bilancio civilistico, nonché l’analisi economica dei risultati di fine periodo. L’analisi mira, altresì, a definire un criterio di distinzione tra i componenti ordinari e quelli straordinari che possa soddisfare meglio le esigenze informative che i diversi stakeholders manifestano oggi, più che nel passato. Il primo passo del presente lavoro, dunque, sarà proprio quello di evidenziare le enormi difficoltà, già nell’accezione comune, di distinzione

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Diego De magistris Contatta »

Composta da 183 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1729 click dal 04/04/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.