Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le figure soggettive nel sistema digitale terrestre

La tesi di stampo giuridico ma dal profilo sociologico, si propone di esaminare le tre figure giuridiche individuate dalle legge "Gasparri", ovvero , fornitore di contenuti, di servizi e operatore di rete, all'interno della più ampia rivoluzione digitale terrestre. Si occupa inoltre dei possibili sviluppi che l'intero mercato della comunicazione subirà appunto con la rivoluzione digitale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Le figure soggettive nel sistema digitale terrestre Massimiliano Kalb 4 Introduzione Nell’ultimo quinquennio abbiamo assistito in Italia a quella che è stata definita la “rivoluzione digitale” e che alcuni studiosi ed esperti del settore hanno paragonato alla rivoluzione industriale del XIX secolo. Il punto di partenza di questa trasformazione è costituito dalla “digitalizzazione” delle reti di trasmissione che ha investito dapprima l’informatica, poi il settore delle telecomunicazioni ed infine il settore audiovisivo. Questa trasformazione ha prodotto tre effetti: l’ampliamento dei canali di comunicazione, conseguente alla maggior compressione del segnale, lo sviluppo dell’interattività, con la conseguente “personalizzazione” della comunicazione e la possibilità per l’utente di interagire con il centro di emissione, lo sviluppo della multimedialità in cui telecomunicazioni, televisione e informatica confluiscono sulle stesse piattaforme trasmissive, superando le difficoltà di ordine tecnolocigo, economico, normativo. Di qui l’esigenza di “modernizzare” le regole esistenti nel settore della televisione dove, al tradizionale regime concessorio, si sostituiscono nuovi regimi abilitativi a cui corrispondono nuove figure soggettive, che svolgono tutte le attività che contraddistinguono la filiera della trasmissione digitale terrestre. Questa ricerca, partendo dalla ricostruzione del complesso quadro normativo del sistema radiotelevisivo nel periodo di transizione dalla tecnologia analogica alla tecnologia digitale, si propone l’obiettivo di investigare le figure soggettive che operano nella nuova tecnologia, dal punto di vista giuridico, di mercato e sociologico. Il Capitolo I – dedicato all’analisi del quadro normativo – sintetizza i contenuti delle principali disposizioni legislative e regolamentari, a partire dalla legge 249 del 1997, fino alla legge 112 del 2004, approvata dopo un lungo e serrato dibattito parlamentare. L’importanza strategica di questo settore per lo sviluppo della società è dimostrato anche dal fatto che l’unico Messaggio sinora rivolto dal Presidente della Repubblica al Parlamento – nel 2002 -, ha riguardato il pluralismo informativo e lo sviluppo delle nuove tecnologie radiotelevisive.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Massimiliano Kalb Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1239 click dal 23/03/2006.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.