Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Qual è il confine tra doping e non doping. Ruolo dell'infermiere nella prevenzione e tutela della salute

l'obiettivo che mi sono posta con questo lavoro è quello di capire quali siano i motivi che spingono al doping, le conseguenze che ne derivano e, infine, come affrontare il problema nei confronti di chi pratica sport.
Argomenti della discussione:
che cos'è il doping
sostanze dopanti, sostanze soggette a restrizioni e metodi proibiti
prevenzione e repressione
interventi ed obiettivi dell' I.P
Rieducazione sanitaria

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Il doping nello sport, è un problema che si cerca di debellare con sempre maggior impegno mediante controlli in gara e in allenamento, da parte non solo delle organizzazioni nazionali, ma anche delle Federazioni internazionali competenti. Tuttavia, in molti Paesi, non sono ancora effettuati controlli anti-doping soddisfacenti, in particolare gravi mancanze si riscontrano nelle misure di controllo che sono attuate durante i periodi di allenamento. I motivi alla base dell’esplosione del fenomeno doping sono molteplici: gli allenamenti stressanti, gli incontri difficili, il pubblico sempre più esigente e, soprattutto in passato, il cosiddetto “doping di Stato”. Alla base di tutto questo c’è in ogni caso sempre il tentativo di migliorare la prestazione. Nello sport professionistico l’atleta moderno è sempre più ossessionato dal conseguimento del risultato, dalla prestazione al di là dei limiti umani, continuamente spinto a superarsi, incalzato com’è dalla pressione dei media e soprattutto degli sponsor. “La ricerca del risultato a tutti i costi ed i crescenti interessi economici, hanno portato a modificare il tipo di preparazione introducendo metodiche illecite e dannosissime” (Barni e Comparini, 1987). L’etica sportiva ha lasciato il campo ad un giro d’affari che ha raggiunto livelli vertiginosi ed il numero di “praticanti” è in evidente ascesa.

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Rosalba Pepice Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4453 click dal 21/03/2006.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.