Skip to content

Antiamericanismo e propaganda : nessun aereo è caduto sul Pentagono ?

Informazioni tesi

  Autore: Luca Comodi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Relatore: Lorenzo Medici
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 41

I tragici episodi dell’11 settembre 2001, rimangono, a distanza di tre anni, ancora misteriosi. Nonostante ci sia una versione ufficiale dei fatti, che tuttora è la più credibile, alcuni autori hanno cercato di dare altre spiegazioni riguardanti gli attentati avvenuti al World Trade Center e al Pentagono.
È il caso del francese Thierry Meyssan e del suo libro “L’Effroyable Imposture. Aucun avion ne s’est ècrasè sur le Pentagone!” (best-seller in Francia), messo al centro delle polemiche perché mette in dubbio la versione passata attraverso i canali dell'informazione riguardo agli attentati terroristici negli Usa.
Sostenendo che sul Pentagono non si sia schiantato il volo 77 della American Airlines ma (forse) un missile o che (forse) sia esplosa una bomba collocata anteriormente nell'ala ovest del complesso militare, il giornalista francese ha calamitato su di sé un'attenzione enorme, anche perché deduce che anche Bin Laden sia una menzogna inventata dal governo americano, autore di una cospirazione interna.
Il libro (pubblicato nel 2002) è collocato in un periodo di clima teso nei rapporti tra USA e Francia, per alcuni motivi che fecero sviluppare un risentimento antiamericano nella nazione transalpina e un antipatia reciproca verso i francesi negli States.
In questo clima, l’autore de “L’Effroyable Imposture”, ci presenta così le sue motivazioni riguardo ai fatti dell’11 settembre, affermando che l'ultima grande menzogna della propaganda è quella della cosiddetta "guerra al terrorismo" provocata dagli attentati dell'11 settembre 2001. Afferma che è una guerra di conquista, una battaglia fatta scoppiare per obiettivi di carattere strategico ed economico in Asia centrale, collegata a quelle dell'ultimo decennio.
Il libro di Meyssan, è un’opera di controinformazione, ma per il momento le sue sono solo delle ipotesi che vanno interpretate come tali, considerando che la Francia è un paese in cui l’antiamericanismo è molto diffuso, anche questo libro ne potrebbe aver risentito.
La sua teoria, è basata esclusivamente, sulla mancanza di un filmato che ha ripreso l’impatto presunto tra l’aereo e il Pentagono, e sul fatto che nelle prime foto scattate, non si riesce a vedere nessun detrito o pezzo che appartenga all’aereo.
La versione ufficiale presentata dagli USA, dichiara che un Boeing dirottato dopo esser sfuggito alle difese antiaeree americane avrebbe colpito un lato del Pentagono (quello in rinnovamento e contenente un numero di persone limitato), provocando con l’impatto un incendio, poi estesosi nelle altre zone dell’edificio.
Meyssan, però, non crede a questa versione, nonostante ci siano dei testimoni oculari che confermerebbero la versione USA (oltre ad una foto dell’impatto mostrata dal sito della CNN), e osservando le fotografie e le riprese effettuate subito dopo l’impatto, inizia ad avere dei dubbi, notando principalmente, che non c’è nessun rottame dell’aereo fuori e dentro il Pentagono.
Inizia a dubitare che si tratti di un aereo, vista l’assenza di resti del Boeing, iniziando a pensare, invece, che si tratti di un missile, lanciato proprio dall’esercito americano tramite un piano ben organizzato dal governo statunitense.
Secondo Meyssan, infatti, sarebbe impossibile credere alla versione ufficiale perché conterrebbe molti elementi contraddittori e difficilmente spiegabili.
Innanzi tutto, non si spiega perché la difesa antiaerea americana non è intervenuta, facendo colpire il Pentagono con facilità, nonostante circa un’ora prima il primo aereo si era schiantato sul WTC, poi non ci sono resti del Boeing fuori e dentro l’edificio, cosa molto strana da spiegare viste le dimensioni dell’aereo e le foto scattate subito dopo, non lo convince neanche la dinamica dell’impatto e i relativi scarsi danni provocati all’edificio.
Tutto questo, per Meyssan, sarebbe spiegabile perché si tratterebbe di un piano già previsto da tempo, il cui ideatore è il governo americano e non Bin Laden e i terroristi islamici, subito incolpati, senza aprire altre inchieste, per calmare l’opinione pubblica statunitense.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1- Introduzione L’11 settembre 2001, gli attentati alle Twin Towers e al Pentagono, avvenuti in seguito al dirottamento di quattro aerei (di cui uno schiantato al suolo in Pennsylvania) hanno lasciato nelle persone di tutto il mondo paura, sgomento, sofferenza, anche perché, questi tremendi avvenimenti erano ripresi e visti in diretta TV in tutto il mondo, da miliardi di persone. Le immagini che sono arrivate nelle nostre case, ci hanno tenuto con il fiato sospeso e quando le torri sono crollate, in molti di noi c’è stata una grande amarezza e un enorme disperazione per tutti gli sfortunati che si trovavano in quegli edifici. Però, nonostante tutte le immagini e le informazioni che ci sono pervenute nelle nostre abitazioni, restano aperte (a distanza di ormai tre anni) discussioni e dubbi sull’evoluzione reale di quei tragici avvenimenti, che riguardano oltre al crollo delle due torri, anche il Pentagono (di questo attentato, non ci sono filmati e le foto pubblicate non ritraggono l’impatto dell’aereo di cui si è parlato). In questo caso, secondo alcuni autori, tutto quello che ci è stato raccontato dai mass media non corrisponde alla realtà. Infatti, nel periodo successivo agli attentati, numerosi filmati e informazioni supplementari, su aspetti sconosciuti di questi avvenimenti, sono state raccolte (dai canali ufficiali) e consegnate ai media, ma non sono state rese pubbliche o messe in risalto, come invece avrebbero dovuto 1 . Restano così, eventi, che paiono tuttora misteriosi a causa di resoconti pieni di contraddizioni e stranezze, ma nonostante questo, c’è sempre una versione ufficiale dei fatti (è scontato, in ogni modo dire, che per le esigenze di 1 Thierry Meyssan, L’Incredibile Menzogna. Nessun aereo è caduto sul Pentagono, Roma, Fandango, 2002 p. 9.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

11 settembre
al qaeda
antiamericanismo
antiamericano
attentato al pentagono
bin laden
bush
cnn
l’effroyable imposture
pentagono
torri gemelle
usa
versione ufficiale e non

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi