Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing polisensoriale: un approccio innovativo alla comunicazione

Alcune tra le tendenze più recenti del marketing riconoscono che la logica "bisogno-acquisto", generalmente utilizzata come paradigma interpretativo del processo d'acquisto, in realtà presenta alcuni limiti nell’approfondimento e nella descrizione dei meccanismi di decisione e di scelta da parte del consumatore.
A tal proposito, alcune ricerche di recente svolgimento hanno portato ad esaltare il ruolo occupato dalla componente soggettiva e che esula dalla razionalità tradizionale nel processo di scelta e di acquisto, sostenendo che il fattore emotivo richiede sempre più approfonditi studi e attenzioni. All'interno di una generale concezione di marketing esperenziale, il presente lavoro mira a focalizzarsi sul
marketing polisensoriale. Tema d'avanguardia per il marketing e per questo ancora relativamente poco trattato, almeno in Italia, il marketing polisensoriale si basa sulla constatazione che le sensazioni soggettive e irrazionali che concorrono al processo d'acquisto dipendono principalmente dagli stimoli sensoriali che
vengono attivati nel consumatore
al momento della decisione. In via teorica ne conseguirebbe l'opportunità da parte dell'azienda di trasmettere stimoli sensoriali
adatti ad orientare favorevolmente il consumatore nei confronti del prodotto e della situazione d'acquisto, nonchè dell'adeguatezza dell'offerta a soddisfare le sue esigenze. In sostanza, si vuole proporre un approccio alla comunicazione che inglobi anche aspetti della fisicità e della percezione, che fino ad ora sono stati trascurati. A tale scopo, in questo lavoro, si vuole seguire un percorso che approfondisca tre punti:
-un primo capitolo, in cui si tratta il tema del marketing polisensoriale visto come nuovo potenziale comunicativo, introdotto in un contesto che, evidenziando i limiti dell’approccio tradizionale, richiede nuove possibili strategie di comunicazione;
-un secondo capitolo nel quale viene descritto il processo di percezione del mondo esterno al fine di comprendere le potenzialità e le conseguenze che una sua approfondita conoscenza può offrire alle aziende, ponendo un’attenzione particolare al tema del marketing olfattivo nella consapevolezza che le occasioni di successo che esso riserva alle imprese non devono essere trascurate;
-un terzo capitolo, infine, in cui si riportano due esempi pratici di approccio polisensoriale al mercato, con lo scopo di evidenziare quali siano le possibili applicazioni del concetto di marketing polisensoriale in riferimento al prodotto e all'ambiente.


Mostra/Nascondi contenuto.
3 PREMESSA Alcune tra le tendenze più recenti del marketing riconoscono che la logica "bisogno-acquisto", generalmente utilizzata come paradigma interpretativo del processo d'acquisto, in realtà presenta alcuni limiti nell’approfondimento e nella descrizione dei meccanismi di decisione e di scelta da parte del consumatore. A tal proposito, alcune ricerche di recente svolgimento hanno portato ad esaltare il ruolo occupato dalla componente soggettiva e che esula dalla razionalità tradizionale nel processo di scelta e di acquisto, sostenendo che il fattore emotivo richiede sempre più approfonditi studi e attenzioni. All'interno di una generale concezione di marketing esperenziale, il presente lavoro mira a focalizzarsi sul marketing polisensoriale. Tema d'avanguardia per il marketing e per questo ancora relativamente poco trattato, almeno in Italia, il marketing polisensoriale si basa sulla constatazione che le sensazioni soggettive e irrazionali che concorrono al processo d'acquisto dipendono principalmente dagli stimoli sensoriali che vengono attivati nel consumatore al momento della decisione. In via teorica ne conseguirebbe l'opportunità da parte dell'azienda di trasmettere stimoli sensoriali adatti ad orientare favorevolmente il consumatore nei confronti del prodotto e della situazione d'acquisto, nonchè dell'adeguatezza dell'offerta a soddisfare le sue esigenze. In sostanza, si vuole proporre un approccio alla comunicazione che inglobi anche aspetti della fisicità e della percezione, che fino ad ora sono stati trascurati. A tale scopo, in questo lavoro, si vuole seguire un percorso che approfondisca tre punti: -un primo capitolo, in cui si tratta il tema del marketing polisensoriale visto come nuovo potenziale comunicativo, introdotto in un contesto che, evidenziando i limiti dell’approccio tradizionale, richiede nuove possibili strategie di comunicazione; -un secondo capitolo nel quale viene descritto il processo di percezione del mondo esterno al fine di comprendere le potenzialità e le conseguenze che una sua approfondita conoscenza può offrire alle aziende, ponendo un’attenzione particolare al tema del marketing olfattivo nella consapevolezza che le occasioni di successo che esso riserva alle imprese non devono essere trascurate; -un terzo capitolo, infine, in cui si riportano due esempi pratici di approccio polisensoriale al mercato, con lo scopo di evidenziare quali siano le possibili applicazioni del concetto di marketing polisensoriale in riferimento al prodotto e all'ambiente.

Diploma di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefania Massenz Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12685 click dal 27/03/2006.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.