Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie e politiche di destagionalizzazione nel mercato turistico-alberghiero ischitano. Il caso President Hotel

L’obiettivo primario di questo lavoro è di proporre ed attuare, in seguito ad un’attenta analisi dell’offerta alberghiera dell’isola d’Ischia, strategie e politiche di destagionalizzazione per un più razionale utilizzo delle strutture e delle risorse presenti sul territorio. Questo elaborato, pertanto, ha la finalità di mostrare e di presentare in maniera dettagliata la dinamica evolutiva del movimento turistico-alberghiero nell’isola d’Ischia, andando ad analizzare prevalentemente ciò che è stato riscontrato nel corso del 2004. Inoltre, verranno approfonditi i concetti di stagionalità e di bassa stagione al fine di elaborare un’offerta completa capace di superare o limitare le attuali rigidità della stagionalità che così com’è mortifica le potenzialità dell’offerta alberghiera isolana.
L’analisi, qui presentata, è frutto di una ricerca accurata su libri e riviste specializzate, siti internet specifici, dati provenienti dalla partecipazione al corso IFTS “Tecnico Superiore per l’Assistenza alla Direzione di Strutture Ricettive”, interviste e dalla mia esperienza lavorativa di stage, seppur breve, presso l’Hotel Hermitage di Ischia, dove ho svolto la mansione di assistente alla direzione.
Il presente lavoro esaminerà innanzi tutto il concetto di turismo partendo dalla definizione data nel 1993 dalla United Nations Statistical Commission. Si cercherà di dare una visione precisa a questo fenomeno percepito ancora come vacanza, quando invece è l’insieme dei beni e servizi che rendono possibile la mobilità che è la caratteristica predominante del modo di vivere della società contemporanea. Inoltre, essendo il turismo un mercato, verrà inteso non come “settore” o “filiera”, punti di vista classici dell’economia per analizzare una certa industria, bensì come “sistema”. SISTEMA inteso come la commistione stretta tra le attività turistiche e il territorio che vede protagonista l’intera società.
Nel secondo capitolo, dopo l’analisi delle peculiarità del prodotto alberghiero, verrà analizzata l’evoluzione dell’offerta alberghiera ischitana e, soprattutto, quali difficoltà ha incontrato e sta incontrando verso la riduzione della stagionalità con il venir meno dei tradizionali flussi turistici. Pertanto verrà esaminata la consistenza e la qualità delle strutture ricettive presenti sul territorio e l’andamento turistico durante gli anni 2000-2004 con particolare attenzione alle fluttuazioni stagionali che subisce la domanda. Verranno poi proposti alcuni suggerimenti su come potenziare gli alberghi in bassa stagione e come destagionalizzare i flussi turistici possa essere l’unico sistema per apportare valore aggiunto alle realtà turistiche, tra cui l’isola d’Ischia.
Il terzo capitolo analizzerà il caso dell’Hotel Terme President, appartenente al gruppo alberghiero più ampio dell’isola d’Ischia di proprietà della famiglia Di Meglio, che da anni detiene il primato di albergo 4 stelle aperto più a lungo e con il maggior numero di presenze nell’isola d’Ischia. Si inizierà approfondendo le strategie e le politiche che hanno permesso all’albergo di prolungare la stagionalità e di aumentare il tasso di occupazione delle camere nei periodi di bassa stagione, per concludere poi con delle interviste accurate al direttore della struttura e ai proprietari del gruppo DIMHOTELS sullo sviluppo turistico nell’isola d’Ischia.
Infine, nell’Allegato I viene riportato il mio intervento al convegno “La formazione superiore in ambito turistico: esperienze, risultati e confronto”, organizzato dai rappresentanti dell’Istituto di Istruzione Superiore d’Ischia (IIS), alla 16a edizione di THERMALIA ITALIA tenutasi sull’isola dal 7 al 9 ottobre 2005, dove viene ribadito un concetto semplice, ma più volte dimenticato: se vogliamo che i turisti scelgano Ischia e rimangano gratificati di quello che offriamo loro è fondamentale migliorare la QUALITA’ DEL VIVERE sulla nostra isola.
Con tale lavoro si è cercato di far chiarezza sulla situazione turistica alberghiera dell’isola d’Ischia che sicuramente non è in crisi, ma presenta ancora una forte stagionalità. Consapevoli che c’è ancora molto da dire e da fare, la speranza è che molte delle novità concettuali espresse ed analizzate nel presente elaborato non si rivelino effimere, ma diano alla luce progetti di sviluppo turistico, sia a livello internazionale e nazionale, che soprattutto locale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione L’obiettivo primario di questo lavoro è di proporre ed attuare, in seguito ad un’attenta analisi dell’offerta alberghiera dell’isola d’Ischia, strategie e politiche di destagionalizzazione per un più razionale utilizzo delle strutture e delle risorse presenti sul territorio. Questo elaborato, pertanto, ha la finalità di mostrare e di presentare in maniera dettagliata la dinamica evolutiva del movimento turistico-alberghiero nell’isola d’Ischia, andando ad analizzare prevalentemente ciò che è stato riscontrato nel corso del 2004. Inoltre, verranno approfonditi i concetti di stagionalità e di bassa stagione al fine di elaborare un’offerta completa capace di superare o limitare le attuali rigidità della stagionalità che così com’è mortifica le potenzialità dell’offerta alberghiera isolana. L’analisi, qui presentata, è frutto di una ricerca accurata su libri e riviste specializzate, siti internet specifici, dati provenienti dalla partecipazione al corso IFTS “Tecnico Superiore per l’Assistenza alla Direzione di Strutture Ricettive”, interviste e dalla mia esperienza lavorativa di stage, seppur breve, presso l’Hotel Hermitage di Ischia, dove ho svolto la mansione di assistente alla direzione. Il presente lavoro esaminerà innanzi tutto il concetto di turismo partendo dalla definizione data nel 1993 dalla United Nations Statistical Commission. Si cercherà di dare una visione precisa a

Laurea liv.I

Facoltà: Economia con la collaborazione di Lettere e Filosofia

Autore: Antonio Di Spigna Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9478 click dal 28/03/2006.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.