Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La costruzione di un evento cinematografico

La semiotica fornisce utili strumenti per analizzare, tra i vari fenomeni e oggetti comunicativi, un ambito che fino ad un recente passato è stato prerogativa del marketing: mi sto riferendo a quello aziendale e più precisamente a tutto ciò che da un'impresa fuoriesce in termini di prodotti e di comunicazione, anche se la differenza tende a sfumare visto il nuovo orientamento che considera i clienti come acquirenti principalmente di messaggi.
La produzione orientata al mercato, in una fase postfordista, ha stimolato il ricorso da parte degli esperti di marketing a discipline molto più teoriche e astratte rispetto a quelle economico - matematiche per poter meglio comprendere e affrontare la trasformazione strutturale che ha colpito l'impresa e il consumatore che non si omologa più con la massa ma piuttosto con il concetto di nicchia. I due film scelti (MULAN prodotto dalla WALT DISNEY e il PRINCIPE D'EGITTO della DREAMWORKS) hanno dato vita ad un'attività di lancio molto intensa e particolareggiata , la quale è oggetto della mia tesi che vede l'integrazione dell'analisi semiotica con le altre discipline che costituiscono il ramo della comunicazione. Per evento cinematografico s'intende la concomitanza dei due film sul mercato italiano nel mese di Dicembre del 1998, mentre il temine costruzione si riferisce a tutti i testi di qualsiasi origine mediatica, compreso il sito internet, e merceologica, definiti propriamente TIE-INS (Es. libri, giocattoli, le cui vendite sono trainate dal successo di altri prodotti, in questo caso i due film). Il filo conduttore è la marca, cioè l'immaginario e i valori sottesi per costruire una relazione duratura nel tempo con i propri recettori ed impostare coerentemente le strategie. Si è altresì indagata la coerenza della marca rispetto ai rispettivi testi emessi in occasione del lancio del film e la coerenza delle partnership commerciali con altre marche (MC DONALD'S, NESTLE', MATTEL, MONDADORI) che a loro volta hanno prodotto altri testi, appartenenti alla categoria del merchandising, i suddetti TIE-INS.

Mostra/Nascondi contenuto.
XI INTRODUZIONE La semiotica fornisce utili strumenti per analizzare, tra i vari fenomeni e oggetti comunicativi, un ambito che fino a un recente passato è stato prerogativa del marketing: mi sto riferendo a quello aziendale e più precisamente a tutto ciò che da un’impresa fuoriesce sia in termini di prodotti che di comunicazione, anche se la differenza tende a sfumare visto il nuovo orientamento che considera i clienti come acquirenti principalmente di messaggi. La produzione orientata al mercato, in una fase postfordista, ha stimolato il ricorso da parte degli esperti di marketing a discipline molto più teoriche e astratte rispetto a quelle economico-matematico-statistiche per poter meglio comprendere e affrontare la trasformazione strutturale che ha colpito l’impresa e soprattutto il consumatore, il quale non si omologa più con la massa ma piuttosto con il concetto di nicchia; il contatto con la psicologia piuttosto che con la sociologia, nelle sue varie ramificazioni, fino ad arrivare alle teorie della comunicazione dei mass media e alle stesse tecniche pubblicitarie, ha contribuito a spingere e ad avvicinare sempre di più il marketing alla semiotica e viceversa, incontro sollecitato cioè da un reciproco interesse. I due film scelti, Mulan prodotto dalla Walt Disney e Il Principe d’Egitto della Dreamworks, hanno dato vita a un’attività di lancio molto intensa e particolareggiata, la quale è oggetto della mia analisi semiotica, prospettiva da cui non mi sono mai allontanata, ma che favorisce al tempo stesso anche l’integrazione con altre discipline che vanno a costituire il grande filone della comunicazione affrontate e approfondite durante questo mio Corso di Laurea. Per evento cinematografico si intende dunque la concomitanza di questi due cartoni animati sul mercato italiano nel mese di dicembre 1998, mentre il termine costruzione si riferisce a tutti i testi, nel senso generico del termine, che sono stati emessi da e su più fronti e che hanno contribuito non solo a promuovere ma anche a creare antagonismo e sfida per amplificare ulteriormente la comunicazione e sottolineare il carattere di eccezionalità ed esclusività. Il destinatario è stato reso giudice e arbitro di quello che si può definire uno scontro fittizio, proprio perché prodotto dai mezzi di comunicazione di massa ma che di fatto

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Chiara Gironi Contatta »

Composta da 360 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6038 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.