Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I reality show : ma perchè piacciono tanto?

Studio dell'evoluzione dei reality show da candid camera a piccole fiction, in particolare riferendosi alla struttura del Grande Fratello. Successivo sviluppo dei meccanismi psicologici, e non, che incidono sulla personalità degli spettatori e sulla loro assuefazione di fronte allo schermo. Sguardo superficiale al fututro di questi programmi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Al giorno d’oggi tutto gira attorno ai reality show. Di certo, si può affermare che essi sono divenuti l’epicentro di un terremoto mediatico: un fenomeno globale in grado di coinvolgere l’intero mondo televisivo prima di tutto (senza tralasciare nessuna emittente broadcast, nessun programma e nessun individuo), e, in secondo luogo, qualsiasi persona, adulta o meno, che si trova di fronte allo schermo tv. Ed è proprio su quest’ultimo punto che vorrei soffermarmi, quel punto che ha dato vita in me ad una serie specifica di interrogativi e di stimoli che, pian piano, hanno portato allo sviluppo di questa tesi di laurea. Effettivamente ogni reality show costituisce, già di per sé, un argomento da non sottovalutare in nessun aspetto; ma ciò che più mi ha colpita, al riguardo, è stato il successo clamoroso che questo programma ha destato. Un successo veramente abnorme se consideriamo che il Grande Fratello (primo reality in Italia) ha aperto le danze a tutti i reality show apparsi in tv più tardi, e se consideriamo che molte altre trasmissioni sono nate e cresciute all’ombra del G.F. (o dei suoi successori) per venire a galla o per diventare ancora più visibili. La domanda che mi è sorta spontanea allora, prima di cominciare questo lavoro, è stata: perché questi nuovi programmi ci piacciono così tanto? L’audience ha rivelato continuamente un numero molto alto di telespettatori sintonizzati sui canali che trasmettono i reality show. Perché molte persone sono attirate all’interno di questo vortice senza ritorno creato dai reality? Quali sono i meccanismi innati, gli stimoli sociologici, psicologici e morali che rendono l’essere umano così curioso, così spione, così assuefatto di fronte ad un reality show? Quegli stessi stimoli che lo trasformano in uno spettatore attivo, in uno spettatore che, con piacere, partecipa al gioco anche solo mediante un sms. Quali sono? E perché, dall’altro lato, invece, esistono anche delle persone che si vergognano a far parte della massa comune e si dichiarano assolutamente contrarie, critiche e quasi schifate di fronte a questo fenomeno? In fin dei conti ognuno di noi sa che ciò che ci è presentato in televisione deriva da ciò che più piace al pubblico. E allora, quali sono i lati nascosti di un reality show, quegli aspetti spesso costruiti appositamente dalla produzione del

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Elena Frigo Contatta »

Composta da 148 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11710 click dal 06/04/2006.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.