Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La lingua degli Aeroporti

L'Aeroporto è una realtà che ha sempre destato in me una miriade di emozioni affascinandomi in ogni sua singola parte già molto prima che iniziassi a svolgere attività lavorativa all'interno come addetto scalo aeroportuale per Alitalia....
l'aeroporto una realtà che ogni giorno muta e che ogni giorno risulta essere interessante da un punto di vista sociolinguistico e culturale in quanto fulcro di tanti idiomi e realtà òinguistiche che si intrecciano tra loro.E'proprio da questo che nasce il mio elaborato finale: da un forte interesse per la vita aeroportuale, dal continuo "imparare" dai passeggeri, dal loro modo di vivere il "volo" che li porterà a destinazione finale, una sorta di "rito di passaggio" da una realtà ad un'altra come diceva Van Gennep, dai loro termini linguistici non sempre di facile e immediata comprensione, ma anche dell'"altro" linguaggio, quel linguaggio che gli operatori aeroportuali utilizzano per comunicare tra loro, il noto LINGUAGGIO ICAO, una sorta di "codice" che nasce da un vero e proprio alfabeto che tuttora si adatta perfettamente a quello utilizzato giornalmente dalla nostra lingua....ed ancora...

Mostra/Nascondi contenuto.
1 L’aeroporto è una realtà che ha sempre destato in me una miriade di emozioni affascinandomi in ogni sua singola parte già molto prima che iniziassi a svolgere attività lavorativa all’interno come Addetto Scalo aeroportuale per Alitalia FLY. Mi è sempre piaciuto osservare la quantità di passeggeri che ogni giorno affolla i corridoi, le espressioni dei viaggiatori, i loro gesti a volte inconsueti o bizzarri, pieni tuttavia di significati nascosti, immaginare le loro sensazioni o ascoltare semplicemente il complicato linguaggio, per me ora del tutto comprensibile, di coloro i quali lavorano ogni giorno a contatto con una realtà che per tanti sembra così lontana. Osservare le semplici operazioni di imbarco, termine noto solo ad una percentuale di “viaggiatori del cielo”, i loro saluti pieni di commozione….insomma una realtà che ogni giorno muta e che ogni giorno risulta essere interessante da un punto di vista sociolinguistico e culturale in quanto fulcro di tanti idiomi e realtà linguistiche che si intrecciano tra loro. E’ proprio da questo che nasce il mio elaborato finale: da un forte interesse per la vita aeroportuale, del continuo “imparare” dai passeggeri, dal loro modo di vivere il “volo” che li porterà a destinazione finale, una sorta di “rito di passaggio” da una

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Federica Pinotti Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4015 click dal 11/05/2006.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.