Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo di un server di rete per accesso ad Internet da parte di utenti Dect

Scopo della tesi è stato il disegno e la stesura delle specifiche per la realizzazione di un server di rete al fine di garantire l'accesso ad una Internet/Intranet ad utenti DECT DECT (Digital Enhanced Cordless Telecomunication.
Il lavoro svolto ha riguardato principalmente l'analisi delle modalità di collegamento dati per un utente DECT.
Il terminale dati DECT è costituito da un PC notebook ,o addirittura da un PDA, collegato ad un telefono DECT opportunamente modificato allo scopo di utilizzare quest'ultimo anche come interfaccia di rete.
Il problema è stato affrontato con l'obbiettivo di apportare il minor numero di modifiche possibile alla parte di accesso DECT, in modo da avere la possibilità di garantire il servizio dati ovunque sia già disponibile il servizio voce.
Tutte le necessarie modifiche per consentire l'accesso dati sono state concentrate in un solo punto della rete: nella IWU (InterWorking Unit) DECT.
I prototipi delle IWU DECT sono stati sviluppati utilizzando LINUX come sistema operativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 Introduzione La presente tesi rappresenta la formalizzazione del lavoro di stage svolto sotto la guida dell’Ingegner Gianfranco Ferrari presso i laboratori della Direzione Centrale Ricerca e Sviluppo di ITALTEL. La tesi si inserisce nell’ambito del progetto DECT (Digital Enhanced Cordless Telecomunication). Scopo della tesi è stato il disegno e la stesura delle specifiche per la realizzazione di un server di rete al fine di garantire l’accesso ad una Internet/Intranet ad utenti DECT. Il lavoro svolto presso ITALTEL ha riguardato principalmente l’analisi delle modalità di collegamento dati per un utente DECT. Il terminale dati DECT è costituito da un PC notebook ,o addirittura da un PDA, collegato ad un telefono DECT opportunamente modificato allo scopo di utilizzare quest’ultimo anche come interfaccia di rete. Al fine di garantire il servizio dati possiamo avere due possibili strategie: 1. Il servizio dati può essere attivato solo localmente, in questo caso si può decidere di modificare i canli utilizzati dal sistema DECT al fine di rendere estremamente efficiente il trasferimento dati. 2. Il servizio può essere offerto sulla più vasta area possibile, riutilizzando le infrastutture di rete già esistenti per i servizi voce, come è stato scelto di fare. Il problema, dunque, è stato affrontato con l’obbiettivo di apportare il minor numero di modifiche possibile alla parte di accesso DECT, in modo da avere la possibilità di garantire il servizio dati ovunque sia già disponibile il servizio voce. In particolare si e’ voluto lasciare inalterata la parte radio DECT, in modo da essere compatibli con le stazioni radiobase (RFP, Radio Fixed Part) presenti per il servizio voce. Nel capitolo 3 viene approfondita la tecnologia DECT. Tutte le necessarie modifiche per consentire l’accesso dati sono state concentrate in un solo punto della rete: nella IWU (InterWorking Unit) DECT. Come risultato sono stati individuati tre possibili scenari di applicazione: • Acceso ad una Intranet (attraverso PABX od N-ISDN con accessi DECT) • Accesso diretto ad un ISP (Internet Service Provider). L’ISP e` a conoscenza del tipo di utenti DECT ed utilizza hardware dedicato agli utenti DECT. • Accesso ad un ISP generico. La società di telecomunicazione che garantisce il servizio DECT offre ai propri clienti il servizio INTERDECT, cioè la possibilità di collegarsi ad Internet attraverso un ISP generico, scelto dall’utente in base alle proprie esigenze, in modo del tutto simile a quanto avviene per utenti residenziali che effettuano il collegamento attraverso la PSTN (Public Switched Telephon Network). In questo caso l’ISP non e` a conoscenza dell’utenza e del servizio DECT e la rete pubblica dell’operatore (N-ISDN) si fa carico di nascondere sia all’utente che all’ISP le caratteristiche specifiche del servizio DECT. Per i primi due punti si tratta di utilizzare servizi portanti di ISDN. La fornitura di questo genere di servizio permette all’utente di utilizzare i punti di accesso ISDN per il trasporto in accordo con le raccomandazioni CCITT lasciando all’utente la possibilità di definire i protocolli di livello superiore secondo le proprie esigenze.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Alessio Ferrario Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1479 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.