Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La progettazione della domotica, soluzione e strumenti per rendere lo spazio intelligente

L’oggetto principale di questa tesi è la domotica, ovvero la disciplina che si occupa dello studio dell’applicazione e dell’integrazione delle nuove tecnologie nelle abitazioni ed edifici.
E’ stata studiata la sua situazione a livello di mercato, le principali difficoltà che sta attualmente attraversando ed i possibili sviluppi futuri.
In particolare, è stata posta l’attenzione alla fase della “progettazione della domotica” (ovvero come si progetta un sistema domotico, chi è coinvolto in questo processo, gli strumenti progettuali tuttora impiegati ecc…) di cui sono stati analizzati vari aspetti economici e problematiche organizzative.
In breve, analizzando lo scenario progettuale, è emerso come attualmente, per lo meno in Italia, i vari attori che partecipano al progetto di un sistema intelligente non collaborano tra loro, partecipando ciascuno con iniziative indipendenti e proprietarie che non hanno permesso finora lo sviluppo di un approccio standard e la formazione di regole di comportamento comuni .
L’analisi di questi problemi ha reso possibile la proposta di una potenziale soluzione che, in teoria, potrebbe risolvere molte delle difficoltà che al momento stanno rallentando lo sviluppo della domotica, con particolare riferimento allo scenario italiano.
L’obiettivo principale di tale soluzione è quello di favorire lo sviluppo di una progettazione integrata tra i vari attori coinvolti nella domotica, e di studiare anche un modello organizzativo da adottare in un mercato ad alta tecnologia come quello della home automation.
Per realizzare praticamente la progettazione integrata della domotica, e non lasciare quindi questo studio solo su carta, sono stati studiati anche gli strumenti progettuali adeguati da impiegare sui quali permettere una collaborazione tra gli addetti del settore, provenienti da diverse discipline anche molto lontane tra loro.
In conclusione, la soluzione ideata risiede nello sviluppo di una nuova applicazione domotica ad un prodotto software già esistente ed attualmente in commercio, di cui è stato realizzato un prototipo dimostrativo.
Il prodotto preso in questione è stato un “configuratore grafico”, un programma informatico dedicato alla gestione dell’industria del mobile, al momento utilizzato da tutti gli attori della medesima filiera come strumento base sul quale incentrare la propria attività, e per la nostra soluzione, adattato ad un progettazione rivolta alla domotica.

Mostra/Nascondi contenuto.
SOMMARIO Dopo aver letto il titolo di questa tesi di laurea potrebbe sorgere nel lettore una certa dissonanza: come è stato possibile effettuare uno studio sulla domotica, una disciplina sconosciuta ai più e di stampo piuttosto tecnico-ingegneristico, presso una facoltà di economia? L’evoluzione tecnologica ed il repentino cambiamento del mercato in termini di dinamicità e complessità hanno fatto emergere, nelle imprese, il bisogno di nuove figure professionali che siano in grado di gestire e risolvere queste difficoltà e di tradurre in possibilità di business quello che, a prima vista, appare come una complicazione. Nelle università, per rispondere a questo bisogno formativo, sono sorti negli ultimi anni tanti nuovi corsi di laurea interdisciplinari, nei quali vengono accostate alle discipline tradizionali quelle nate più recentemente, per permettere cosi una corretta formazione al passo coi tempi. E’ questo il caso del mio corso, “Gestione Informatica dei Processi Aziendali” presso la Facoltà di Economia dell’Università di Urbino “Carlo Bo”, dove ho potuto studiare e sviluppare competenze strategico-organizzative derivate dagli insegnamenti economici, unitamente ad una conoscenza delle nuove tecnologie, del loro funzionamento e delle potenzialità che esse offrono, assimilata grazie a studi in campo informatico. Ritornando alla domotica, sebbene come materia non rientri nel mio piano di studi, attualmente, presenta una situazione di mercato che necessita fortemente, e lo farà sempre di più in futuro, della presenza di queste nuove figure professionali appena citate, tra le quali rientra pienamente quella formata dal mio corso di laurea, caratterizzato da una forte propensione all’innovazione tecnologica nelle imprese. Questa tesi, dal suo studio ai risultati finali che sono stati ottenuti, ne vuole essere la prova. “Innovazione”, forse, è la parola che ho più sentito dai professori durante gli anni di università, e spinto dall’entusiasmo che essa suscita, ho condotto una ricerca e sperimentazione sulla domotica, affascinante e purtroppo poco conosciuto settore in via di sviluppo, che spero di aver redatto in maniera chiara e corretta in questo elaborato. II

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Davide Bianchini Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5370 click dal 20/04/2006.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.