Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La decisione quadro relativa al mandato d'arresto europeo ed il suo recepimento a livello nazionale

In questa tesi si analizza la decisione quadro relativa al mandato d'arresto europeo che rappresenta un fondamentale passo avanti nella costruzione di uno spazio giuridico europeo tra il processo di globalizzazione e i residui del nazionalismo europeo.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE La nostra trattazione verterà sull’analisi della decisione quadro del Consiglio dell’Unione europea del 13 giugno 2002, relativa al mandato d’arresto europeo e alle procedure di consegna tra Stati membri. L’istituto in esame si inserisce nell’ambito delle materie contenute nel Titolo VI del Trattato di Amsterdam, riguardante la cooperazione giudiziaria in materia penale fra gli Stati membri. La volontà di attuare un’evoluzione nell’integrazione degli Stati europei in tali materie, ha condotto a diverse modifiche, apportate in particolar modo dal Trattato di Amsterdam. Il primo capitolo di questa trattazione si occuperà di dare una breve visione d’insieme della cooperazione penale, tra i Paesi dell’Unione, prima e dopo la firma del suddetto Trattato. Dei molteplici cambiamenti, da questo introdotti, verranno presi in considerazione solo quelli attinenti gli strumenti giuridici che il Consiglio dell’Unione potrà adottare nell’ambito della cooperazione giudiziaria penale. La disciplina delle decisioni quadro, quale è appunto l’atto utilizzato per introdurre il mandato d’arresto europeo, verrà analizzata nel dettaglio, prendendo in considerazione la sua vicinanza con la direttiva, atto comunitario che obbliga gli Stati membri quanto al risultato da raggiungere, lasciando l’autonomia di scegliere il modo ed il mezzo per farlo. Nell’analizzare il contesto giuridico su cui si basa il mandato d’arresto europeo, non potevamo non accennare al nuovo assetto della cooperazione giudiziaria penale, previsto dal Trattato che adotta una Costituzione per l’Europa. Sebbene tale Trattato entrerà

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Federica Barbieri Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2293 click dal 19/04/2006.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.