Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'influenza della lingua inglese sullo spagnolo contemporaneo

Quest'opera è il risultato di un lavoro di ricerca effettuato sulla lingua spagnola così come viene utilizzata quotidianamente nei mezzi di comunicazione di massa (giornali di vario genere, TV, siti Internet, televideo) con lo scopo di verificare l'estensione del fenomeno dell'anglicismo nello spagnolo peninsulare contemporaneo. Gli anglicismi riscontrati sono stati classificati in tre categorie, corrispondenti ai tre capitoli centrali e denominate "anglicismi lessicali", "semantici" e "sintattici"; per ognuna di esse, ad una analisi teorica (che ne descrive le caratteristiche e le possibili ripercussioni sul sistema linguistico dello spagnolo) segue un corpus di esempi concreti tratti dall'uso reale della lingua. Inoltre si è cercato di analizzare le possibili cause e conseguenze di questo fenomeno a livello linguistico ed extralinguistico, a breve e a lungo termine, e di confrontare la situazione attuale con quella di alcuni decenni fa, aggiungendo una prospettiva diacronica ad una ricerca di natura fondamentalmente sincronica.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il presente lavoro si propone lo scopo di verificare la presenza e l’estensione del fenomeno dell’anglicismo nello spagnolo peninsulare contemporaneo, prendendo come punto di riferimento non la lingua descritta da dizionari e studi accademici, ma quella realmente utilizzata nella vita quotidiana degli ispanofoni. A questo scopo abbiamo consultato materiali che testimoniano lo stato della lingua viva, impiegata concretamente per comunicare: articoli di giornale, pubblicità, siti Internet, televideo, programmi televisivi e radiofonici. Questo materiale è stato scelto in modo da ottenere una visione più ampia possibile del fenomeno, che comprenda una varietà di generi e registri linguistici diversi: ad esempio, gli articoli giornalistici analizzati provengono da quotidiani, riviste femminili, inserti monotematici di economia, tecnologia, sport o spettacoli; le pagine consultate in Internet comprendono portali, siti di notizie, moda, tecnologia, commercio elettronico ecc. Grande importanza hanno rivestito inoltre le fonti accademiche (dizionari e studi precedenti sull’argomento), che hanno fornito le basi teoriche di questa ricerca e le premesse metodologiche per arrivare ad una definizione e classificazione degli anglicismi. A ciò va aggiunto il fatto che queste opere, che risalgono quasi tutte agli ultimi decenni del secolo scorso, hanno reso possibile un’analisi del fenomeno anche dal punto di vista diacronico, attraverso il confronto tra la situazione linguistica di allora e quella attuale, mettendo così in risalto l’evoluzione e la rapida accelerazione del processo di “anglicizzazione”. Sebbene il presente studio sia di carattere essenzialmente sincronico, esso non poteva prescindere totalmente dall’aspetto diacronico; abbiamo adottato pertanto la metodologia descritta da Chris Pratt, che stabilisce un equilibrio tra sincronia e diacronia: el marco fundamental es sincrónico [...]; el aspecto diacrónico lo cubre la investigación histórica necesaria para demostrar que una forma dada es efectivamente un anglicismo. 1 I dati linguistici registrati e descritti nei tre capitoli che compongono quest’opera (corrispondenti a tre diverse categorie di anglicismi) provengono esclusivamente dall’osservazione della lingua utilizzata nei mezzi di comunicazione di massa e nei materiali linguistici “autentici” consultati; di conseguenza, il risultato non aspira ad essere una raccolta esaustiva degli anglicismi presenti nello spagnolo attuale, poiché abbiamo riportato solamente parole e frasi rilevate tramite osservazione diretta. È stata di grande utilità la consultazione del Diccionario de uso del español di María Moliner, soprattutto per quanto riguarda gli anglicismi lessicali: esso ha fornito preziose indicazioni su significati, varianti ortografiche, pronuncia, genere grammaticale e forma plurale di molti prestiti linguistici, permettendo così di verificarne il livello di radicamento nella lingua spagnola. Ciononostante, molto spesso si è verificato che le informazioni fornite dal Diccionario non coincidessero con l’uso effettivo di un anglicismo che era stato rilevato nelle fonti di osservazione diretta; in questi casi abbiamo segnalato tali discrepanze, accettando i dati accademici solo laddove essi non 1 “La struttura fondamentale è sincronica […]; l’aspetto diacronico è coperto dalla ricerca storica necessaria per dimostrare che una certa forma linguistica sia effettivamente un anglicismo.”. (C. Pratt, El anglicismo en el español peninsular contemporáneo, pagg.34-35).

Traduzione

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Traduttore: Marina Pirulli Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15610 click dal 02/05/2006.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.