Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La convergenza regionale nelle politiche strutturali dell'Ue: un confronto tra Italia e Francia

Questa tesi è stata elaborata, considerando il divario esistente tra due regioni, una italiana, l'altra francese. L'analisi di natura statistica è tesa a verificare se ed in che modo si è verificata convergenza economica tra le due regioni considerate. S'intende per convergenza il processo di progressivo avvicinamento in termini economici (in modo particolare del Pil) di due o più entità messe a confronto. In questo lavoro verranno quindi approfndite non solo le tematiche teoriche connesse al problema della riduzione dei divari interregionali, ma anche quelle relative ai numerosi programmi comunitari intrapresi dell'Ue negli ultimi anni.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’effetto che una politica, stabilita a livello centrale (sia dallo Stato che dalla Comunità europea) può avere su un determinato territorio, dipende da molti fattori e soprattutto può avere differenti conseguenze dal punto di vista economico e non. I risultati di siffatte politiche, dipendono infatti da disparati elementi, quali la diversa dotazione di risorse di cui ogni regione dispone e dalla capacità delle stesse di massimizzarle nel lungo periodo. Partendo da questa impostazione, la Comunità ha tentato di implementare diversi programmi, per ovviare a problemi quali la diversa dotazione infrastrutturale, la diversa ricchezza economica, le differenze sociali nonché quelle politiche, che caratterizzano le regioni che compongono i diversi stati membri. Tramite l’utilizzo dei fondi strutturali e delle relative iniziative economiche e sociali ad esempio, si è tentato di guidare le regioni comunitarie verso livelli accettabili di convergenza, privilegiando il meccanismo del trasferimento delle risorse dai paesi più ricchi verso quelli meno sviluppati, anche se questo processo si rivela non sempre di facile applicazione. In effetti il primo problema che si pone è relativo al fatto che non sempre è possibile affermare con esattezza se le politiche della Comunità 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gaetano Musacchio Contatta »

Composta da 256 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1554 click dal 28/03/2007.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.