Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Cina e le fonti energetiche: approvvigionamenti e problemi sociali

Nella mia tesi ho voluto esaminare come la Cina, per far fronte alla sua straordinaria crescita economica, stia cercando di accaparrarsi le materie prime di cui ha bisogno, e quali siano i problemi sociali ed ambientali legati proprio a questa necessità.
In seguito ad una riforma radicale del sistema economico, alla conseguente modernizzazione ed industrializzazione favorita dall’apertura al mercato ed all’iniziativa privata, e più recentemente all’arrivo delle aziende estere grazie alla delocalizzazione, la rivoluzione industriale cinese ha allargato il suo fabbisogno cambiando decisamente lo scenario.
Nell’ultimo decennio l’economia cinese è riuscita a crescere con una media annuale dell’8%, con punte anche del 14-15%. L’obiettivo cinese è di quadruplicare il prodotto interno lordo del 2000 entro il 2020, facendo aumentare l’importazione di risorse.
E’ da questi presupposti che si ricava il bisogno della Cina di ricercare ossessivamente materie prime.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Con una popolazione che eccede il miliardo e trecento milioni e con una crescita media annua nelle scorse due decadi del 8% circa, la Cina è il secondo più grande consumatore di energia nel mondo, dopo gli Stati Uniti. Nel corso dell’ultimo decennio, l’economia cinese è cresciuta, rafforzando la propria posizione competitiva sui mercati internazionali, attraverso un processo di industrializzazione e modernizzazione. La Cina è entrata così nel Terzo Millennio con il tasso di crescita economico più elevato del mondo. Lo sviluppo economico, che sta avvenendo a ritmi crescenti, è stato favorito dapprima dall’apertura del sistema economico cinese al mercato ed all’iniziativa privata e più recentemente dall’ingresso della Cina nel World Trade Organization. Da qui si ricava il bisogno della Cina di ricercare ossessivamente le materie prime per far continuare a marciare a ritmi sostenuti la propria economia. Mi è sembrato quindi un obiettivo interessante far nascere la mia tesi proprio da queste considerazioni. Ho ritenuto giusto dividere il mio lavoro in due parti. La prima tratta argomenti economici e di geopolitica e riguarda i cambiamenti degli ultimi decenni da parte della Cina e soprattutto la situazione energetica attuale del Paese. Nel primo capitolo infatti viene presentata un’introduzione alla rapida crescita economica cinese, analizzandone gli effetti e le cause, mentre nel secondo capitolo viene analizzato il settore dell’energia, con particolare riguardo al petrolio e quale politica

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giovanna Petracca Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4318 click dal 08/05/2006.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.