Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il relitto dentro di noi

Relazione tra arte letteratura psicologia nella visione interna ed esterna dei relitti di navi abbandonate sulle spiagge del mondo

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Come il Settecento è stato il secolo che ha visto nascere l'estetica, l'Ottocento e il Novecento hanno segnato la sua esplosione in mille rivoli diversi, dalle filosofie dell'arte alle metafisiche del bello, dalle teorie storiche dello sviluppo artistico alle ricerche scientifiche sulla natura dei sentimenti e del piacere visivo. In ognuna di queste varianti, è sempre l'arte a occupare il centro della scena, proprio come nel passato era stata la bellezza della natura a catalizzare l'interesse dei filosofi. Con le Avanguardie Artistiche si sposteranno progressivamente i confini della bellezza a tal punto che ogni slittamento fa sì che l'arte cominci ad apparire come luogo problematico e cruciale, una dimensione della forma dove viene messa in gioco la comprensione che gli uomini hanno di sé, del loro sapere e del loro vissuto. Così, quando la bellezza della natura torna occasionalmente ad affacciarsi alla ribalta, la sua funzione consiste per lo più nel salvare l'arte dalla caduta libera dall'intellettualismo e dall'artificio, tende cioè a fornire un metro di giudizio che vincola le forme della creatività alle misure etiche e di conoscenza che sembrano dettate all'uomo dalla sua stessa "verità" di essere naturale nella Natura stessa.

Tesi di Laurea

Facoltà: belle Arti

Autore: Simona Gavioli Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1456 click dal 17/05/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.