Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I colloqui di comprensione e di aiuto

Ciò che viene proposto in queste pagine è una riflessione che parte dalla lettura del testo “Apprendere il counseling” di Roger Mucchielli; a tal proposito sono stati considerati quelli che dall’Autore vengono stimati come i principali colloqui di comprensione e aiuto: il colloquio nel counseling, il colloquio nella selezione del personale, il colloquio nella ricerca motivazionale, il colloquio di consulenza e diagnosi e il colloquio nella psicoterapia. Per rendere la dissertazione più chiara e agevolmente consultabile mi è parso opportuno corredare la presente tesi con due capitoli riguardanti rispettivamente la comunicazione e il ruolo dell’educatore professionale come operatore sociale di rete, nonché con delle interviste a professionisti qualificati.
L’obiettivo verso il quale questo lavoro tende, è essenzialmente quello di identificare nell’aiuto il fine principale di colloqui apparentemente (ma spesso sostanzialmente) diversi tra loro. A livello di metodologie, tecniche, strumenti, questi colloqui divergono, ma allorché il fine è quello della comprensione e dell’accettazione dell’Altro si riscontrano notevoli punti in comune. Anzitutto un atteggiamento empatico, che porta con sé una tensione all’ascolto autentico e profondo e poi una propensione al non-giudizio, che non significa astensione assoluta da qualsiasi tipo di coinvolgimento, ma semmai interesse effettivo verso la realtà altrui.
Per cercare di raggiungere questo scopo mi è parso opportuno analizzare i fondamenti che “reggono” ciascun colloquio, nonché le fasi che li articolano e gli obiettivi che li orientano. Emerge una volontà comparativa ma, contemporaneamente, anche la necessità di evitare qualsiasi riduzione di un colloquio all’altro, al fine di rendere a ciascuno la propria peculiarità. Per corredare alcuni dei capitoli che compongono il presente lavoro, ho voluto intervistare alcuni professionisti, per verificare se, come e quanto essi considerino possibile indirizzare questi colloqui verso la medesima meta: l’aiuto.

Mostra/Nascondi contenuto.
10 PRESENTAZIONE Ciò che viene proposto in queste pagine è una riflessione che parte dalla lettura del testo “Apprendere il counseling” di Roger Mucchielli; a tal proposito sono stati considerati quelli che dall’Autore vengono stimati come i principali colloqui di comprensione e aiuto: il colloquio nel counseling, il colloquio nella selezione del personale, il colloquio nella ricerca motivazionale, il colloquio di consulenza e diagnosi e il colloquio nella psicoterapia. Per rendere la dissertazione più chiara e agevolmente consultabile mi è parso opportuno corredare la presente tesi con due capitoli riguardanti rispettivamente la comunicazione e il ruolo dell’educatore professionale come operatore sociale di rete, nonché con delle interviste a professionisti qualificati. L’obiettivo verso il quale questo lavoro tende, è essenzialmente quello di identificare nell’aiuto il fine principale di colloqui apparentemente (ma spesso sostanzialmente) diversi tra loro. A livello di metodologie, tecniche, strumenti, questi colloqui divergono, ma allorché il fine è quello della comprensione e dell’accettazione dell’Altro si riscontrano notevoli punti in comune. Anzitutto un atteggiamento empatico, che porta con sé una tensione all’ascolto autentico e profondo e poi una propensione al non-giudizio, che non significa astensione assoluta da qualsiasi tipo di coinvolgimento, ma semmai interesse effettivo verso la realtà altrui.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze dell'Educazione

Autore: Fabiana Pancaldi Contatta »

Composta da 268 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10379 click dal 23/05/2006.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.