Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Allen dopo Bergman: ''Una commedia sexy in una notte di mezza estate''

Allen, regista newyorkese per antonomasia, amante della sua isola di Manhattan, gira un film con ambientazioni campestri e riferimenti magici, non lasciandosi sfuggire due importanti predecessori quali Bergman e Shakespeare. Tre commedie a confronto, un regista americano che tanto attinge dall'Europa.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Allan Stewart Koningsberg, nato l’1 dicembre 1935 nel Bronx di New York, da più di cinquant’anni divenuto Woody Allen. Professione: regista. Egli ha sempre amato il cinema; sin dall’età di cinque anni ha frequentato la ventina di sale che il suo quartiere, Brooklyn, gli metteva a disposizione. In questo modo si è formato il suo bagaglio culturale: «Dopo la guerra cominciai a vedere i grandi capolavori europei […], cominciai a conoscere bene i registi italiani, il cinema francese e qualcosa del cinema tedesco. E ad un certo punto vidi un film di Ingmar Bergman» 1 . Si forma così quello che il critico francese Vincent Ostria chiama regista camaleontico, vittima dell’«effetto Zelig» 2 . Allen ha, però, la capacità di assimilare lo stile e le atmosfere dei registi europei, facendoli propri e rielaborandoli in maniera estremamente personale. Prenderemo in analisi A midsummer night’s sex comedy (in Italia Commedia sexy di una notte di mezza estate, 1982), confrontandolo con una pellicola del 1955, Sommarnattens leende (in Italia Sorrisi di una notte d’estate) dello svedese Ingmar Bergman. Allen in passato si è avvicinato, con alcuni suoi film, al genere della parodia; essa è intesa come il remake rovesciato, distorto e sbeffeggiato di un modello narrativo, in questo caso di un film. Possiamo citare Take the money and run (1969) che è stato visto come la versione comico-parodica del film The public enemy 3 (1931), oppure Love and death (in Italia Amore 1 S.BJÖRKMAN, Woody su Allen, Laterza, Bari-Roma, 1997, p. 10. 2 M. DIANA, Sinfonia delle stagioni, ovvero l’anima“ nordica” di Allen, «Garage. Cinema Autori Visioni», III, Torino, 7 Giugno, 1996, p. 115. 3 G. CREMONINI, Cinema days, «Garage. Cinema Autori Visioni», cit., p. 31. 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Eva Cassarino Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2131 click dal 23/05/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.