Skip to content

La dimensione umana dei sistemi logistico-produttivi, un sistema d'incentivazione della produttività e sua simulazione

Informazioni tesi

  Autore: Sandro Antonino Scordo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Diego D'urso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 75

La tesi è una ricerca di tecniche innovative per l’incentivazione alla produzione del personale diretto di fabbrica. Lo studio, spinto dalle necessità di una grande azienda italiana, è fondato sulle recenti teorie organizzative e affronta il problema sia dal punto di vista tecnologico-organizzativo che gestionale. La fase di definizione del modello è una delle sezioni maggiormente apprezzate del lavoro, avendo individuato e verificato, mediante simulazione in ambiente Microsoft Excel(R), il criterio di incentivazione che risponde egregiamente al concetto di equità, solidarietà tra i lavoratori e convenienza economica, cosicchè si eviti il degrado psico-fisico della persona.

Altri argomenti trattati sono:
1. processo di scelta degli indicatori maggiormente rappresentativi;
2. processo di ottimizzazione delle risorse;
3. calcolo degli standard di produzione dall'analisi dell'archivio storico;
4. calcolo degli standard di produzione con tecniche sperimentali;
5. rassegna delle più moderne tecniche di compensation.

La tesi, inoltre, offre numerosi spunti per l'approfondimento anche in vista dell'implementazione di strumenti per il controllo statistico della qualità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO1 INTRODUZIONE 1 1 Introduzione 1.1 Premessa Attuare ai giorni nostri, in Italia ed in particolare nelle regioni del Sud, un sistema di rilevazione delle prestazioni che prevede incentivi è un’impresa piuttosto delicata. La concezione di lavoro subordinato è intesa dalla stragrande maggioranza dei lavoratori come una condizione che sfiora l’intoccabile: il solo discutere di cambiamento della situazione contrattuale potrebbe scatenare un conflitto tra sindacati e datori di lavoro. Il problema sta nella cultura, nei pregiudizi e nella disinformazione. In effetti, non si è mai studiata una soluzione di compromesso tra le due parti: l’imprenditore ha sempre puntato a consentire all’azienda di proseguire nella sua attività, quindi a ridurre gli sprechi, mentre i sindacati hanno puntato a far rispettare i diritti dei lavoratori. Le posizioni assunte da ambedue le parti sono, ovviamente, naturali. E’ anche vero che in un ambiente di lavoro sono necessari stimoli per andare avanti: spesso un lavoratore si trova ad esercitare una professione esclusivamente per ragioni legate alle più svariate necessità. Per quanto detto il datore di lavoro deve avere il compito e la premura di cercare la cooperazione con il dipendente nella maniera più idonea per entrambi, facendo uso non solo di strumenti prettamente tecnici ma anche del buon senso. 1.2 Introduzione Con l’avvento del mercato globale qualunque azienda ha la necessità di studiare strumenti e strategie sempre più raffinate per migliorare e mantenere il successo; la necessità cresce se l’azienda opera in concorrenza perfetta ed è costretta a sottostare a determinati standard qualitativi. Le continue pressioni a cui è sottoposto il mercato spingono la dirigenza a percorrere, solitamente, due strade parallele: innovare e puntare all’efficienza. L’innovazione ha due caratteristiche speculari: se da un lato l’innovazione è una vera e propria leva competitiva grazie alla quale è possibile mantenere e/o incrementare il successo, dall’altro lato innovare può volere dire rischiare; per queste ragioni le aziende tendono, nella maggiore parte dei casi, ad assumere una posizione intermedia nei riguardi dell’innovazione stessa. L’efficienza è anch’essa uno strumento per mantenere e/o incrementare i risultati, ma a differenza dell’innovazione non ha controindicazioni ed è per questo che è comunemente applicata alle realtà aziendali; si ricordi che in concorrenza perfetta sopravvive l’organizzazione che, a parità di tecnologia, risulta più efficiente. L’efficienza consente, a chi la mette in pratica, di abbassare il prezzo di mercato ed è anche per questa ragione che, nel lungo periodo, le imprese marginali sono destinate a scomparire. Efficienza ed Innovazione possono essere praticate in azienda in tre diversi ambiti:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

azienda multiprodotto
campionamento
compensation
controllo di processo
cottimo
ergonomia
gestione del personale
incentivazione alla produzione
logistica
motivazione
organizzazione del lavoro
ottimizzazione
processo produttivo
risorse umane
serigrafia
sicurezza sul lavoro
simulazione excel
standard di produzione
statistico
tempi standard

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi