Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Angelo e lo specchio: il mito di Orfeo nel cinema di Jean Cocteau

La tesi analizza la ricorrenza del mito di Orfeo nel cinema di Cocteau, mettendo in relazione le varie aree artistiche in cui questo autore ha lavorato. Consta di un capitolo biografico, un capitolo generale sull'approccio di Cocteau al mezzo filmico, un capitolo sullo statuto del poeta orfico, e un ultimo che paragona la realizzazione teatrale di Orphée e la versione cinematografica.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione “L’importance de Jean Cocteau cinéaste est-elle encore à démontrer?” 1 , si chiedeva François Truffaut nel 1964. La domanda ci appare oggi, a quasi quarant’anni di distanza, di una sconcertante attualità: è ancora vero che la figura di Cocteau è relegata in un limbo di semicelebrità, dovuta più al peso del personaggio mondano che non alla personalità dell’autore. E se la sua opera è meno conosciuta del suo nome, ciò è ancora più vero per la sua produzione cinematografica, spesso addirittura ignorata da chi abbia una pur ridotta dimestichezza con la sua opera narrativa o teatrale. La situazione di “invisibilità” di cui egli stesso parlava era probabilmente dovuta alle accuse di dilettantismo e di touche-à-toutisme che gli venivano indirizzate da quasi tutti i gruppi letterari e artistici a lui contemporanei, e in modo particolarmente accanito da Breton e i Surrealisti. In effetti è difficile non rimanere spiazzati di fronte alla vastissima produzione di Cocteau, di cui non sono tanto le dimensioni a stupirci, quanto piuttosto la diversità dei mezzi attraverso cui il suo spirito artistico ha scelto di esprimersi: poesia, narrativa, teatro, critica, disegno, pittura e arti plastiche, per limitarci alle manifestazioni classificabili della sua personalità artistica. Per rendersi conto dei motivi che hanno portato alla creazione del personaggio Cocteau e che hanno scatenato le ire degli artisti a lui contemporanei, è sufficiente prendere in considerazione la sua biografia: se è vero che la sua vita si è spesso 1 François Truffaut, “Le Testament d’Orphée”, Cahiers du cinéma 152 (1964). Ora in François Truffaut, Les Films de ma vie, Paris, Flammarion 1975.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Enrico Castronovo Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3876 click dal 05/06/2006.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.