Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La famiglia e l'orientamento scolastico e professionale del portatore di handicap fisico

Il tema della tesi è già indicato nel titolo. Come un portatore di handicap fisico-motorio, con adeguati supporti (e con il sostegno determinante all'interno del nucleo familiare in cui vive), può integrarsi dapprima nella scuola, poi nel mondo lavorativo e nella società, divenendo soggetto attivo benché svantaggiato dalla sua disabilità.

Mostra/Nascondi contenuto.
LA FAMIGLIA E L'ORIENTAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE DEL PORTATORE DI HANDICAP FISICO INTRODUZIONE Solo da qualche decennio a questa parte si è posta alla attenzione degli operatori sanitari, psico-pedagogici, sociali e politici l'ampia problematica che investe l'esistenza nel nostro paese di un rilevante numero di persone colpite da gravi minorazioni fisiche e psichiche. Sono così sorti in Italia numerosi centri per la riabilitazione fisica degli handicappati, istituiti sia da associazioni private interessate al problema e desiderose di aiutare e tutelare in qualche modo i soggetti disabili, sia dalle strutture sanitarie pubbliche (statali, regionali, etc;) che sono intervenute in modo massiccio specialmente in questi ultimi anni. Quindi anche lo Stato, mediante i suoi organi di decentramento amministrativo, ha avvertito la necessità di intervenire in questo settore. Tale intervento è stato condotto spesso in modo non tempestivo, contradditorio e con leggi e strumenti non sempre adeguati alle esigenze dello svantaggiato. A suo tempo ha concesso una pensione agli invalidi civili e, ultimamente, un assegno di accompagnamento per i disabili sensoriali e per gli handicappati che non possono, o hanno una notevole difficoltà a deambulare e pertanto ad essere autonomi. Il Ministero della Pubblica Istruzione ha a suo tempo disposto la istituzione di classi differenziali nella scuola dell'obbligo per

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Massimo Felli Contatta »

Composta da 272 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5268 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.