Skip to content

Generazione di calore da scarti forestali e della lavorazione del legno: osservazioni generali e caso di studio di un'azienda del settore

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Guido Puntelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Enrico Cini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 124

L’obiettivo principale perseguito in questa ricerca è stato quello di offrire un inquadramento generale, con tutti i limiti del caso, dell’odierno impiego del legno a fini energetici. A tale scopo sono stati individuati i seguenti obiettivi particolari:
- Fornire un quadro il più possibile esaustivo della consistenza delle risorse agricole e forestali regionali;
- Favorire la diffusione di un linguaggio specifico chiaro ed efficace tra gli attori della filiera;
- Riassumere le caratteristiche tecniche ed economiche dei combustibili legnosi;
- Fornire una panoramica sulle principali tecnologie impiegate per la combustione del legno;
- Proporre un approccio progettuale al caso di studio di un modello aziendale di rilevanza regionale.
Il lavoro svolto ha avuto inizio con un’analisi quantitativa e qualitativa delle risorse forestali regionali, per cercare di comprendere quali fossero le reali potenzialità di questo patrimonio. Nell’ambito delle risorse agricole si è cercato di stimare la consistenza dei residui di manutenzione delle colture di vite e olivo, vista la loro rilevanza e diffusione territoriale.Dopo aver illustrato le principali caratteristiche tecniche del legno ai fini della combustione, l’attenzione si è spostata sui combustibili legnosi in quanto tali, fornendo un quadro riassuntivo sia per gli aspetti tecnici che economici.Per quanto riguarda l’impiantistica sono state passate in rassegna le principali tipologie di caldaie, i requisiti tecnici, gestionali e normativi degli impianti.Nell’ultima parte è stata svolta l’analisi del caso di studio: un’azienda agroforestale legata alle prime lavorazioni del legno, intenzionata a cambiare la propria forma di riscaldamento, attiva nella produzione di legna da ardere, paleria, travature e tavolame di castagno. Dopo aver illustrato le principale lavorazioni e i relativi macchinari, è stata stimata la consistenza dei residui di lavorazione e la potenza termica necessaria nelle condizioni di progetto. L’ultima fase ha riguardato la stima delle spese di installazione e i tempi di recupero dell’investimento. In appendice, per completezza, sono state riportate ulteriori caratteristiche dei combustibili, legnosi e non, e i precisi riferimenti normativi vigenti per gli impianti a biomassa. Le conclusioni a cui siamo giunti mostrano come sia possibile concepire e realizzare un modello di impresa agroforestale, collegato alla prima trasformazione del legno, autonomo da un punto di vista energetico. Il vantaggio economico ottenibile producendo energia termica dai residui delle lavorazioni, oltre a migliorare i margini di profitto dell’azienda, potrebbe rappresentare anche un incentivo a valorizzare la qualità del legname regionale, dando una giustificazione economica alle operazioni di diradamento dei popolamenti forestali, altrimenti non remunerativi. Meritano attenzione inoltre i benefici occupazionali, ambientali, forestali e per le comunità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Il seguente lavoro nasce in seguito allo svolgimento del tirocinio pratico-applicativo presso la C.i.a. Toscana (Confederazione Italiana Agricoltori della Toscana), durante il quale ho avuto la possibilità di seguire, affiancando i responsabili, le fasi di progettazione, di studio e di redazione riguardo una ricerca sulla diffusione e sulle potenzialità del legno a fini energetici nella Regione Toscana. Questa esperienza ha consentito il reperimento di buona parte del materiale utilizzato in questa sede e l’inquadramento delle principali problematiche legate a questo settore emergente. L’obiettivo principale perseguito è stato quello di offrire un inquadramento generale, con tutti i limiti del caso, dell’odierno impiego del legno a fini energetici. A tale scopo sono stati individuati i seguenti obiettivi particolari: ξ Fornire un quadro il più possibile esaustivo della consistenza delle risorse agricole e forestali regionali; ξ Favorire la diffusione di un linguaggio specifico chiaro ed efficace tra gli attori della filiera legno-energia; ξ Riassumere le caratteristiche tecniche ed economiche dei combustibili legnosi; ξ Fornire una panoramica sulle principali tecnologie impiegate attualmente per la combustione del legno; ξ Proporre un approccio progettuale al caso di studio di un modello aziendale di rilevanza regionale. Le conclusioni a cui siamo giunti mostrano come sia possibile concepire e realizzare un modello di impresa agroforestale, collegato alla prima trasformazione del legno, autonomo da un punto di vista energetico. Questo risultato è reso attuabile dalla odierna tecnologia che si traduce nelle moderne caldaie a doppia combustione con cui si ottengono rendimenti termici molto elevati e concorrenziali con le tradizionali caldaie a combustibili fossili. Tale indipendenza rimane però ancora relativa soltanto all’energia termica, ma non è del tutto insensato ipotizzare anche una autonomia rispetto a quella elettrica: infatti, oltre alla continua evoluzione dei pannelli solari (fotovoltaici e termici), sono in fase avanzata di sperimentazione sistemi di cogenerazione di dimensioni ridotte.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

biomassa
caldaia a fiamma inversa
caldaie a cippato
caldaie a legna in pezzi
caldaie a pellet
caratteristiche tecniche combustibili legnosi
cippato
cippatrice
combustibili legnosi
densità energetica
fattibilità impianti a biomasse
impiantistica nella combustione del legno
legna da ardere
legno energia
normativa combustione biomasse
pellet
qualità delle emissioni
recupero investimento
risorse forestali
smaltimento della cenere

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi