Skip to content

L'accreditamento delle cooperative sociali per una migliore qualità dei servizi domiciliari di assistenza agli anziani. Studio di caso su una Cooperativa nella Regione Molise

Informazioni tesi

  Autore: Ersilia Di Bartolomeo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi del Molise
  Facoltà: Economia
  Corso: Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali
  Relatore: Mita Marra
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 165

I costi relativi alla qualità sono “quei costi che scomparirebbero se la difettosità nel ciclo produttivo fosse nulla ”, e comunque i costi per generare la qualità sono riconducibili “agli sforzi che l'azienda compie per generare prodotti di qualità ”.
Per mezzo della loro rilevazione si ha facoltà di scorgere, quantificare e diminuire quei costi, quelle e quelle inefficienze che con i sistemi tradizionali non si riescono ad individuare,sono dunque uno strumento per avviare programmi di miglioramento e per stimolare le scoperte di problemi nascosti.
I costi della qualità sono riconducibili in realtà a qualsiasi spesa sostenuta in eccesso a quelle che si sarebbero sostenute se il prodotto fosse stato costruito bene la prima volta.
Vale a dire che i costi della qualità si presentano come quei valori che scomparirebbero se tutti i difetti nell'ambito della produzione dei servizi fossero totalmente eliminati .
Universalmente la qualità può essere individuata nell’insieme delle proprietà e delle caratteristiche di un prodotto/servizio che gli conferiscono la capacità di soddisfare i bisogni espliciti ed impliciti del cliente .
Tale giudizio viene interpretato da ogni azienda in una definizione operativa coerente con la propria Mission e con i propri obiettivi strategici.
In relazione ai servizi alla persona la qualità assume caratteristiche difficilmente dimostrabili.
Rimane molto complesso difatti, stabilire cosa sia di preciso la qualità e darne una definizione univoca e definitiva. “Produrre qualità”, nei servizi socio assistenziali, significa generalmente essere in grado di progettare e realizzare attività specifiche che consentano di migliorare il benessere e lo stato salute o, almeno, prevenire il suo deterioramento.
A volte per certe tipologie di utenti come gli anziani non autosufficienti, significa più realisticamente mantenere un minimo di capacità e autonomie funzionali tali da consentire una qualità di vita dignitosa Non allontanandosi dal concetto di qualità espresso in precedenza (qualità intesa come soddisfazione del cliente) e, conseguentemente, la sua “relatività” e l’impossibilità di stabilire con certezza cosa sia la qualità, bisogna necessariamente ricordare che ogni “attore” ha una sua concezione riguardo alla qualità del servizio in cui è in qualche modo coinvolto:


o Gli operatori si indirizzano soprattutto a valutare la qualità del loro lavoro e l’efficacia degli interventi attuati;
o La direzione del servizio si focalizza in particolare sull’efficienza e sulla capacità di tradurre la politica aziendale e la “Mission” dei servizi in obiettivi operativi;
o Gli utenti-clienti sono interessati soprattutto alla soddisfazione dei loro bisogni e delle loro esigenze.

Tali aspettative non sono esclusivamente quelle chiaramente esplicitate (esigenze esplicite), ma anche quelle implicite o, addirittura latenti, non perfettamente note neppure a sè stessi.
Un servizio raggiungerà un buon margine di qualità quanto più sarà in grado di cogliere e soddisfare tutte queste esigenze dunque la valutazione della qualità di un servizio, deve considerare diversi punti di vista.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’istituto dell’accreditamento si colloca in un intreccio di competenze che coinvolgono sia le regioni, sia gli enti locali, e ciò implica una distribuzione differenziata dei poteri istituzionali nei vari territori. La Giunta della Regione Molise a tal proposito, ha predisposto una delibera che disciplinerà la direttiva in materia di accreditamento, come compimento delle disposizioni del Piano Sociale Regionale. In tale documento saranno precisati i requisiti minimi per l'autorizzazione al funzionamento delle strutture e dei servizi socio-assistenziali previsti dalla programmazione sociale regionale. Con quest’azione d’indirizzo, si fisseranno i presupposti per qualificare l'offerta dei servizi esistenti sul territorio, riconoscendo nello stesso tempo il ruolo sempre più efficace che il Terzo settore ed in particolare la Cooperazione sociale stanno assumendo all'interno della realtà molisana. Le procedure per l'affidamento dei servizi pubblici, saranno programmate con l'obiettivo di dare particolare risalto alla qualità organizzativa delle Imprese sociali, in modo di garantire il rispetto dei Contratti collettivi di lavoro. Le strutture e i servizi di nuova istituzione dovranno essere conformi agli standard gestionali e strutturali previsti dalla direttiva sopra accennata, mentre gli Enti gestori di strutture e servizi già operativi avranno un termine massimo di 5 anni per l'adeguamento. Questi presupposti hanno caratterizzato l’indirizzo della ricerca, che si è soffermata ad analizzarne i seguenti aspetti: 1. L’aspetto“ Istituzionale” volto a scorgere i parametri normativi ed organizzativi che. Gli stakeholders programmano, i decisori propongono ed i policy maker cercano Di far attuare; 2. L’aspetto di “Logica del mercato” volto a sottolineare le modalità di prestazione1 dei servizi domiciliari e le risposte2 degli utenti seguiti e dei loro Caregiver; 3. L’aspetto “ Operativo” volto a sottolineare ciò che gli enti erogatori prestano attraverso il coordinamento e la verifica degli stakeholders ed i servizi che gli operatori attivano. 1 domanda/offerta 2 (outcome)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi