Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie di presentazione di sè nelle relazioni interpersonali. Una ricerca.

Excursus storico sull'impression management, le strategie principali di presentazione di sè, i modelli e le teorie di riferimento, la presentazione di sè nella comunicazione non verbale. Ricerca per mezzo di questionario sulle principlai startegie di presentazione di sè utilizzate.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La vita sociale in cui siamo coinvolti ogni giorno comporta un notevole impegno e impiego di risorse, in quanto ci impone di saperci comportare sempre nel modo adeguato. Non siamo in possesso di un manuale che illustri come ci dovremmo comportare e, spesso, risulta un compito complesso riuscire a conciliare i nostri desideri e le nostre capacità con le situazioni a cui andiamo incontro o il nostro modo di essere con le persone con cui ci dobbiamo confrontare. Come è ben noto la società moderna è caratterizzata da una numerosissima varietà di ruoli, il progresso ha portato ad una enorme diversificazione sociale e ad una maggiore possibilità di creare rapporti, grazie all’evoluzione delle tecnologie di comunicazione. Tale diversificazione ha portato indubbiamente a relazioni tra le persone più complesse e fitte, mostrando come sia sempre più importante e indispensabile il possesso di alcune fondamentali abilità sociali che possano migliorare e rendere più efficace la comunicazione. Sicuramente tra queste attitudini si rivelano indispensabili quelle legate alla presentazione di sé e al controllo delle impressioni. È difficile poter immaginare qualche tipo di rapporto sociale in cui non via sia una sorta di presentazione di sé o qualche livello di controllo delle impressioni che trasmettiamo agli altri. Ogni espressione verbale o comportamento non verbale è utile a comunicare informazioni su di noi. Ognuno di noi, di fatto, nelle interazioni sociali, si basa principalmente sull’impressione che riceve dagli altri e risponde a tale impressione che si può rivelare più o meno accurata. Per questo motivo, siamo impegnati, in modo più o meno cosciente, a veicolare una certa immagine di noi a seconda delle situazioni e spesso lo facciamo in modo strategico. L’obiettivo di questo lavoro consiste nel riprendere le teorie e gli studi, i vari modelli proposti dagli autori più importanti e le ricerche sperimentali condotte dalla seconda metà del Novecento fino ad oggi, per poter giungere ad una visione d’insieme che metta in luce, da più prospettive, il complesso di fattori che concorrono alla realizzazione della presentazione di sé e dell’impression management. Gli argomenti presi in considerazione sono stati organizzati in cinque capitoli, mentre il sesto capitolo è dedicato all’esposizione di una ricerca sperimentale. Il capitolo 1 precisa, nella prima parte, l’importanza dell’immagine di sé nella società e definisce i termini di presentazione di sé e di impression management; mentre, nella seconda parte, vengono illustrate le basi teoriche, gli autori principali e il percorso storico dello sviluppo del concetto di presentazione di sé. Nel secondo capitolo vengono presi in esame i fattori che danno vita (motivazioni e obiettivi) e condizionano la presentazione di sé (abilità, differenze di genere, caratteristiche individuali e situazionali, dilemma della presentazione di sé) e i costrutti che compongono l’impression management secondo il modello di Leary e Kowalski. Il capitolo 3 è strettamente legato alla presentazione di sé strategica. Esso si occupa di descrivere i modi attraverso i quali si realizza la presentazione di sé, presenta vari modelli di classificazione degli stili e delle strategie di presentazione di sé e di controllo delle impressioni, definisce e descrive le caratteristiche delle strategie più importanti e mette in risalto l’impegno cognitivo richiesto da una presentazione di sé strategica. Nel quarto capitolo la presentazione è descritta secondo la prospettiva della comunicazione non verbale. La comunicazione non verbale, infatti, presenta una serie caratteristiche che le conferiscono

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesca Facioli Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4429 click dal 30/06/2006.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.