Skip to content

Aspetti di comunicazione, formazione, informazione e relazioni umane, nell'ambito dell'attività del tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Dell'aiuto
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Tecniche della Prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro
  Relatore: Emanuela De Franco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

Il rilevante cambiamento subito dalla normativa, sulla spinta della Comunità Europea, circa l’approccio alla prevenzione, e l’evoluzione della figura del Tecnico della Prevenzione, sono i due elementi principali che aprono nuovi scenari e nuove sfide per questa figura professionale.
Gli “attori” della prevenzione sono cambiati, si sono ampliati. Non potrà e non dovrà essere l’imposizione a dettare i corretti comportamenti per l’adozione di misure di prevenzione, ma azioni più specifiche, sicuramente difficili, ma potenzialmente molto più efficaci: l’educazione, la formazione e l’informazione, dei “nuovi attori” ovvero, degli operatori del settore alimentare, dei produttori agricoli, dei consulenti, dei datori di lavoro e dei loro preposti, dei lavoratori e infine degli stessi “cittadini utenti”, tutti coinvolti al perseguimento di un unico obbiettivo: “prevenire” tramite l’acquisizione di maggiore consapevolezza e responsabilità individuale.
Alla luce di tutto ciò è necessario porci alcune domande:
- Come migliorare la comunicazione in termini di correttezza ed efficacia, in un contesto sociale così variegato?
- In che modo interagire nella sfera comportamentale di soggetti così diversi con i quali si viene a contatto?
- Quali strumenti e cognizioni dovrà acquisire e approfondire il Tecnico della Prevenzione di fatto in “prima linea”, a diretto contatto con questi soggetti?
Scopo del presente lavoro è quello di fornire “elementi” di riflessione che prendono avvio da un’esperienza lavorativa diretta e indiretta nel campo della Prevenzione, introducendo concetti ampiamente collaudati in altri campi dell’attività umana, per rendere sempre più efficace un settore dall’equilibrio così delicato come quello della Prevenzione, visto anche il contesto attuale sempre più la globalizzato e in cui differenze di ogni tipo si assottigliano sempre più.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Pag. 6 1. INTRODUZIONE 1.1 LA PREVENZIONE: UNA CULTURA IN EVOLUZIONE Negli ultimi anni l’interesse verso il tema della prevenzione si è sviluppato a tal punto da rendere quest’argomento “alla portata di tutti”. Gli esempi da fare sono molti: basta parlare di un evento dannoso disturbante per la comunità e sorge spontaneo l’auspicio che si arrivi, al più presto, ad una prevenzione (prevenire il diffondersi della criminalità organizzata, degli incidenti stradali, dell’AIDS, e così via). Tuttavia non si può sempre parlare di prevenzione in termini così semplicistici, anche perché questo concetto è tutt’altro che semplice da definire. Prevenire significa agire prima, impedire che una determinata patologia si sviluppi o che un evento negativo non si verifichi. La prevenzione non riguarda un’azione incentrata solo su agenti patogeni specifici, ma si allarga fino a coinvolgere gli aspetti comportamentali del singolo individuo (educazione), ed aspetti più ampi di tipo sociale, economico e culturale (promozione). Essa si fonda sul principio dell’evitabilità della malattia o dell’evento dannoso e dell’evoluzione dei fattori di rischio, si rivolge specialmente a tutti coloro che sono a rischio o che possono mettere a rischio gli altri, ponendosi tra l’individuo e il suo ambiente, prima dell’instaurarsi dell’evento dannoso, in quanto considerato uno strumento capace di risolvere il problema a monte, quindi “prima” che i diversi fenomeni prendano il sopravvento sull’individuo. Infatti il tema della prevenzione serve a ridefinire le responsabilità individuali e collettive dei gruppi primari e secondari per le azioni che hanno a che fare con la salute.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alimentare
alimenti
andragogia
comunicazione
formazione
igiene luogo lavoro
informazione
luoghi di lavoro
prevenzione
prevenzioni
relazioni umane
rischio
strategica
tecnici prevenzione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi