Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modulazione dell' osteogenesi : ruolo dell'endotelina

L'endotelina-1 (ET-1) è un peptide vasoattivo di 21 amminoacidi con funzioni pleiotropiche. Gli studi del differenziamento in vitro di osteoblasti trattati con ET-1 hanno avuto risultati ambigui e spesso in contradizione. ET-1 è prodotta durante il differenziamento in vitro di osteoblasti di calvaria di ratto e in questa tesi è stato studiato 1) l'effetto di un antagonista competitivo di ET-1 e 2) l'effetto di ET-1, sul differenziamento di osteoblasti di ratto.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. INTRODUZIONE 1.1. Struttura del tessuto osseo Il tessuto osseo è costituito dagli osteociti, derivanti dagli elementi che sintetizzano la matrice ossea (osteoblasti) e da sostanza fondamentale costituita da glicoproteine (osteomucoide), fibre di collageno, fosfato e carbonato di calcio, organizzati a costruire cristalli di idrossiapatite. Ad un'analisi macroscopica dell'osso è possibile individuare una sostanza compatta e una spugnosa. L’osso compatto si trova nelle diafisi delle ossa lunghe dove forma un cilindro cavo delimitante la cavità midollare, nello strato superficiale delle epifisi come pure alla superficie delle ossa brevi e delle ossa piatte. Al disotto dello strato compatto superficiale, nelle epifisi delle ossa lunghe, nelle ossa brevi e in quelle piatte si trova invece l'osso spugnoso. L'osso adulto presenta una struttura lamellare in cui l'unità fondamentale, ovvero la lamella ossea, è costituita da fibre di collageno parallele, sulle quali si depositano i cristalli di idrossiapatite. Nel tessuto osseo compatto osserviamo numerosi canali di Havers a decorso longitudinale od obliquo, anastomizzati tra loro da tratti di varia lunghezza. Nei canali di Havers si gettano, obliquamente o perpendicolarmente, canali di calibro minore, i canali di Wolkmann, che provengono dal periostio o dall’endostio. I due tipi di canali contengono nervi e vasi sanguigni (in parte provenienti dal periostio e dall’endostio e, in parte, da rami di divisione dei vasi nutritizi di maggior calibro). Attorno ai canali di Havers si organizzano le lamelle ossee disponendosi concentricamente e formando così strutture di forma più o meno cilindrica chiamate osteoni. Gli osteoni risultano quindi formati da un sistema di

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Domenico Lombardini Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1187 click dal 07/09/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.