Skip to content

Evaluation of Pathogenic Fungi Beauveria bassiana and Metarhizium anisopliae for the Control of Tobacco Spider Mite, Tetranychus evansi Baker & Pritchard (Acarina: Tetranychidae) infesting tomatoes.

Informazioni tesi

  Autore: Vitalis Wafula Wekesa
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: -
  Università: Jomo Kenyatta University of Agriculture and Technology (JKUAT), Kenya
  Corso: Department of Botany
  Relatore: Hamadi Iddi Boga
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 69

Nineteen strains of pathogenic fungi were tested in the laboratory to determine their pathogenecity to adult Tetranychus evansi. All the fungal strains were pathogenic to the mite and Beauveria bassiana strains caused mortality ranging between 55.6 to 74.3% while Metarhizium anisopliae strains caused mortality ranging between 18.1 to 73.1%. The LT50 for the most active B. bassiana and M. anisopliae strains was 4.6 and 3.9 days respectively. The LC50 for the most active B. bassiana strain was 1.1 × 107 conidia ml-1 while the LC50 for the most active strain of M. anisopliae was 0.7 ×107 conidia ml-1. The effect of pathogenic fungal infection on developmental stages of T. evansi was studied in the laboratory using one strain of B. bassiana and M. anisopliae. Mortality was low in larvae, protonymph and deutonymph at all concentrations tested between each treatment. Mortality in all stages was dose-dependent with the highest mortality occurring at 1 x 108 conidia ml-1. Egg hatchability was also tested under various concentrations of 0, 3 ×106, 1 × 107and 1 × 108 conidia ml-1 and was found to be dose-dependent with lowest hatchability occurring at 1 × 108 conidia ml-1. M. anisopliae strain ICIPE 78 and B. bassiana strain GPK significantly reduced the fecundity of female T. evansi in comparison to the control treatment. Semi-field experiments were conducted on potted tomato plants to evaluate the potential of the pathogenic fungi M. anisopliae, ICIPE 78 and B. bassiana strain GPK for biological control of T. evansi. An oil emulsion formulation and simple conidia suspension in water were applied at a concentration (1 × 108 conidia ml-1) that produced the highest mortality in the laboratory. Compared with the controls, both formulations significantly reduced mite populations. However, oil formulation caused higher mortality compared to the conidial suspension in water. The results of this study suggest that M. anisopliae and B. bassiana are potential candidates for the management of T. evansi on tomato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1.0 CHAPTER ONE 1.1 General introduction The tomato, Lycopersicon esculentum Mill, belongs to the vast family of Solanaceae, which also includes potatoes, capsicums, brinjals and black nightshade. It is among the most widely cultivated vegetable crops and is of great economic importance in the world. Tomato has an annual world production of about 54 million metric tons, with more than 10% being produced in Africa (FAO, 1993). The crop is also the top ranking vegetable in Eastern and Southern Africa surpassed only by brassica in some countries (GTZ IPM Horticulture, 1994). Tomato is part of everyday diet for millions of people worldwide and has dietary value in respect to carotene, thiamin, niacin, and vitamin C. It is eaten raw in salads, but the bulk is used as flavoring in sauce, stew and soup. Tomato fruits and leaves are used as medicine for treatment of earache and urinary tract diseases (FAO, 1993). Tomato which is considered as the second most important vegetable in Kenya surpassed only by brassicas is a major cash crop and a source of livelihood for many farmers in the high rainfall districts of Central Province, Western, Eastern, Rift Valley and Nyanza. In the semi-arid and arid areas of Kenya, tomatoes are grown mainly under irrigation using water supplied by permanent or seasonal rivers. The main forms of irrigation practiced by commercial farmers are furrow and sprinkler irrigation. Short-term rotation with other horticultural or food crops is sometimes practiced but is limited by land availability (Varela et al., 2001). The crop is grown for home consumption in backyard gardens of almost every homestead across the country for fresh domestic market, processing and export. Therefore, it provides employment, income and contributes to food security for large numbers of rural populations. The cultivated area under tomato has been increased since 1989 from 12,678 to 16,338 hectares in 1999 (Ministry of Agriculture & JICA, Kenya, 2001). The expansion of the cultivated area, the monoculture and irrational use of pesticides has generated an increase of arthropod pests in tomato growing areas (FPEAK, 2000). Prior to the widespread use of synthetic pesticides, spider mites were insignificant as crop pests (Penman & Chapman, 1988). The concept of secondary pest outbreaks was introduced with the spider mite as examples, whereby differential mortality caused by

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

beauveria bassiana
biological control
lycopersicon esculentum
metarhizium anisopliae
mites
pathogenecity
tetranychids
tetranychus evansi
tomato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi