Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dimensionamento di apparecchiature per un impianto di trattamento reflui liquidi industriali

Lo smaltimento dei rifiuti in Campania è un problema profondamente sentito per le sue implicazioni ambientali e sociali, che riempiono tristemente le cronache nazionali da ormai diversi anni.
Oltre a quello dei rifiuti solidi di particolare rilevanza è anche il problema dello smaltimento in maniera efficiente e sostenibile dei rifiuti liquidi .
Se si tratta di reflui urbani non pericolosi essi vengono smaltiti presso consorzi specifici e idonei per il loro trattamento e smaltimento mentre se si tratta di quelli industriali, tra cui vi sono quelli appartenenti alla categoria dei rifiuti pericolosi, si dovrebbero utilizzare piattaforme di smaltimento molto più complesse dotate di potenzialità sufficienti a supportare le numerose medie e piccole attività industriali presenti sul territorio campano.
In Campania una tale piattaforma è però assente e ciò ha portato allo sviluppo di vie di smaltimento alternative, tra le quali purtroppo quella illegale, è spesso preferita a causa degli elevati costi di trasporto e smaltimento fuori regione che implica uno smaltimento a norma di legge.
A testimonianza di questa situazione, sono stati censiti 1087 siti contaminati da rifiuti solidi e liquidi sul solo litorale domizio-legreo (~1/6 dell’intero territorio campano) e ciò sottintende una situazione ancor più critica se si considera che la parte restante del territorio campano non è tuttora stata inclusa nel censimento.
In questo contesto si è inserito questo lavoro di tesi che ha focalizzato, tra i diversi aspetti, quello che costituisce un progetto di massima di un impianto integrato per il trattamento e lo smaltimento di rifiuti liquidi industriali.
Dopo aver effettuato una dettagliata indagine relativa agli impianti di trattamento dei reflui industriali presenti sul territorio italiano, e visitato quattro impianti più innovativi, Berco s.p.a (FE), Meta s.r.l. (MO), Mida s.r.l. (KR) e Depuracque s.p.a. (VE), si è proceduto a sviluppare un progetto di massima per un impianto di trattamento reflui da localizzare in Campania a servizio delle attività industriali.
Tale progetto di massima ha richiesto nel suo complesso di: identificare la tipologia di processi e delle tecnologie da adoperare per il trattamento dei reflui prodotti dalle industrie campane; realizzare un piano di gestione tecnico-amministrativa; dimensionare tutte le principali apparecchiature allo scopo di studiare i costi di impianto e definire un lay-out definitivo .

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa e scopo Lo smaltimento dei rifiuti in Campania Ł un problema profondamente sentito per le sue implicazioni ambientali e sociali, che riempiono tristemente le cronache nazionali da ormai diversi anni. Oltre a quello dei rifiuti solidi di particolare rilevanza Ł anche il problema dello smaltimento in maniera efficiente e sostenibile dei rifiuti liquidi . Se si tratta di reflui urbani non pericolosi essi vengono smaltiti presso consorzi specifici e idonei per il loro trattamento e smaltimento mentre se si tratta di quelli industriali, tra cui vi sono quelli appartenenti alla categoria dei rifiuti pericolosi, si dovrebbero utilizzare piattaforme di smaltimento molto piø complesse dotate di potenzialit sufficienti a supportare le numerose m edie e piccole attivit industriali presenti sul territorio campano. In Campania una tale piattaforma Ł per assente e ci ha portato allo sviluppo di vie di smaltimento alternative, tra le quali purtroppo quella illegale, Ł spesso preferita a causa degli elevati costi di trasporto e smaltimento fuori regione che implica uno smaltimento a norma di legge. A testimonianza di questa situazione, sono stati censiti 1087 siti contaminati da rifiuti solidi e liquidi sul solo litorale domizio-legreo (~1/6 dell intero territorio campano) e ci sottintende una situazione ancor piø critica se si considera che la parte restante del territorio campano non Ł tuttora stata inclusa nel censimento. In questo contesto si Ł inserito questo lavoro di tesi che ha coinvolto un gruppo di studio di tre persone che si sono focalizzate su diversi aspetti di quello che costituisce un progetto di massima di un impianto integrato per il trattamento e lo smaltimento di rifiuti liquidi industriali. Dopo aver effettuato una dettagliata indagine relativa agli impianti di trattamento dei reflui industriali presenti sul territorio italiano, e visitato quattro impianti piø innovativi, Berco s.p.a (FE), Meta s.r.l. (MO), Mida s.r.l. (KR) e Depuracque s.p.a. (VE), si Ł proceduto a sviluppare un progetto di massima per un impianto di trattamento reflui da localizzare in Campania a servizio delle attivit industriali. 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Ambientali

Autore: Giovanni Rino Ricciardi Contatta »

Composta da 139 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4273 click dal 11/07/2006.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.