Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La storia infinita: applicazioni di analisi semiotica al fantastico metaletterario

I temi fondamentali affrontati nel lavoro sono gli aspetti metaletterari: la costruzione del libro nel libro, la mise en abyme, i richiami intertestuali. Sono anche approfonditi i temi di base delle strutture profonde dell'analisi narrativa, sistema dei narratori, ruoli attanziali.
Altri punti di vista approcciati: romanzo di formazione, romanzo fantastico.
Punti di interesse: isotopie (specchio, infinito).
Strumenti e metodi: quadrati semiotici, diagrammi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Obiettivi, metodi e strumenti Il lavoro si propone di applicare le più consolidate analisi narratologiche all’opera La Storia Infinita di Michael Ende al fine di estrarre, se possibile, alcuni tra i più significativi meccanismi funzionali alla creazione di senso. A questo scopo ci si riferirà soprattutto al testo tradotto in italiano, nella versione riportata in “Appendice bibliografica” come Ende [1], facendo alcune incursioni quando opportuno nell’originale tedesco (Ende [2]). Ciascuna sezione è aperta da una breve sintesi delle posizioni teoriche di maggior rilievo pertinenti all’argomento trattato e le applicazioni al testo in esame sono supportate da citazioni. La trattazione non ha ambizioni di esaustività, vista l’estensione del testo esaminato e la varietà di analisi applicabili. In particolare si sono del tutto trascurate l’analisi della traduzione messa a confronto con il testo originale e le traduzioni intersemiotiche tra testo letterario, versione cinematografica e riduzione in fumetto. Breve sintesi della trama dell’opera Bastiano, un ragazzo alle soglie dell’adolescenza e orfano di madre, soffre delle problematiche tipiche della sua età: scarsa stima di sé, non accettazione del proprio corpo, problemi relazionali verso i coetanei e verso il padre. La sua passione per i libri e per le storie lo porta a rubare un libro dal titolo “La Storia Infinita”, trovato nella bottega dell’antiquario Coriandoli in

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Raffaella Leveratto Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5059 click dal 10/07/2006.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.