Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Innovazione organizzativa e business process reengineering nelle aziende sanitarie: il caso della C.D.C. Villa Maria S.p.A

in questa tesi viene illustrata la potenzialità di impiego del BPR , stante il basso livello di efficienza che caratterizza notoriamente nel nostro paese le aziende del settore sanitario.Con questa tesi si vuole verificare se i principi su cui è imperniato il BPR possono trovare corrispondenza nei servizi sanitari.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE A partire dai primi anni ’80, tre forze hanno sconvolto, da sole o con un’azione combinata, lo scenario competitivo preesistente. Esse sono: i Clienti, che impongono sempre più i loro fabbisogni ai Fornitori pretendendo un prodotto ed un servizio su misura; la Concorrenza, che non ha più né limiti geografici né timore di competere con le grandi aziende, potendole affrontare con le armi dell’innovazione tecnologia e della flessibilità operativa, ed il Cambiamento permanente in cui si ritrovano a vivere oggigiorno le aziende, continuamente sollecitate da un numero crescente di concorrenti e da un progresso tecnologico che favorisce continue innovazioni, sia nei prodotti che nei processi produttivi. Come appena accennato l’arena competitiva di oggi è profondamente mutata da quella di un solo ventennio fa e il vecchio modo di operare non funziona più, in quanto: ― i clienti hanno più alternative di acquisto, sono più informati e più esigenti; ― la concorrenza è più intensa, si confronta su più aspetti (prezzo, gamma, qualità, servizio), superando i limiti geografici, e sfruttando le nuove tecnologie; ― il cambiamento è pervasivo, permanente, rapido e le nuove tecnologie e macchine hanno compresso i tempi di reazione a disposizione delle diverse aziende. Questi elementi hanno messo in evidenza i limiti della visione tradizionale del vantaggio competitivo, che si può definire “statica”. Al tradizionale modello Porter, che basava il vantaggio competitivo sull’attrattività del settore e sulla posizione relativa dell’azienda nello stesso, si è sostituito un nuovo modello, che riconosce il diverso contesto competitivo e sviluppa il concetto di ipercompetitività. Oggi un vantaggio competitivo può essere minacciato e annullato facilmente, rendendone ardua la sostenibilità nel tempo. Quindi la continua varietà e variabilità dell’ambiente e la continua evoluzione del sistema nel suo complesso, spinge le aziende a ricercare metodologie gestionali più efficaci ed “innovative”. Tra questi vi è il cosiddetto “reengineering”. Questo termine ha assunto negli ultimi anni una particolare importanza nella letteratura economica aziendale. Il Business Process Reengineering (BPR) è basato su una logica di processo anziché su un approccio di tipo funzionale, e ciò è ritenuto più efficace in termini di velocità e flessibilità.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gabriella Del Monaco Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5705 click dal 17/07/2006.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.