Skip to content

Il documento programmatico sulla sicurezza dei dati personali (DPS)

Informazioni tesi

  Autore: Giulio Pignataro
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Cesare Massimo Bianca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 171

La presente trattazione affronta il delicato argomento della tutela della privacy sotto il particolare aspetto della sicurezza nel trattamento di dati personali. Infatti, il documento programmatico sulla sicurezza dei dati personali (DPS) assume oggi, per professionisti, privati, aziende e P.A. , un ruolo cardine in ordine alle misure minime di sicurezza da adottare obbligatoriamente al ricorrere di determinate condizioni, secondo quanto prescritto dal nuovo “codice della privacy” introdotto con il d. lgs. 196/03. La tesi si compone di cinque capitoli, partendo con un excursus storico che ripercorre le tappe evolutive dei primi riconoscimenti del diritto alla privacy negli USA e del dibattito dottrinario e giurisprudenziale in Italia. Successivamente, viene passata in rassegna la prima regolamentazione legislativa italiana di tale settore (L. 675/96), il quadro comunitario di riferimento e si analizza il nuovo T.U. del 2003 avendo riguardo anche all’Autorità garante per la protezione dei dati personali. Il terzo capitolo viene dedicato specificamente al tema della sicurezza nel trattamento di dati personali, fornendo precise indicazioni in merito alla cornice entro la quale collocare il DPS. Si passa, in seguito, all’analisi dettagliata dei contenuti e delle sezioni che compongono il DPS introducendo, a volte, argomentazioni di elevato spessore tecnico; vengono, inoltre, approfonditi i profili della responsabilità civile da illecito trattamento di dati personali e le sanzioni penali derivanti dall’omessa adozione del DPS. Un ultimo capitolo è dedicato ai profili comparatistici di tale materia, volgendo lo sguardo ad esperienze straniere che, talvolta, regolano il settore della privacy in modo molto eterogeneo rispetto al nostro paese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1.1 CENNI INTRODUTTIVI Il principio di un lavoro è, nella maggior parte dei casi, un compito estremamente complesso e, contemporaneamente, di fondamentale importanza, perché, come ogni buon ingegnere sa, le basi di un edificio sono quelle che poi dovranno reggere il peso di tutta la struttura. La metafora che ho appena utilizzato credo renda bene l’idea della difficoltà alla quale mi accingo nel cominciare la stesura di questa mia opera, a maggior ragione quando l’argomento che ho da introdurre rappresenta un aspetto ormai ineliminabile e altamente delicato della vita quotidiana di ognuno di noi come può essere, appunto, la privacy. Come di sovente accade da alcuni decenni a questa parte, siamo soliti importare da altre esperienze termini linguistici a noi estranei, che, però, tendono a facilitarci (spesso utilmente) il gravoso compito di esternare concetti altrimenti non esplicabili. Forse, e spero di non scadere in facili esagerazioni, siamo di fronte ad uno dei più vitali, per il nostro linguaggio corrente, trapianti terminologici operato sin ora. Per giustificare il mio inciso basta pensare per un attimo a quelle espressioni che normalmente vengono usate come sinonimo di privacy, vale a dire: riservatezza, riserbo, vita privata, segretezza, diritto all’identità personale ecc., tutte valide alternative per evitare inutili e sgradite ripetizioni. Ma può davvero il concetto di privacy, in un’ottica onnicomprensiva, identificarsi totalmente anche con uno solo dei termini che ho appena elencato? 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

art 15 d.lgs 196/03
art. 169 d. lgs. 196/03
codice della privacy
d.lgs. 196/03
d.p.r. 318/99
direttiva 95/46/ce
disciplinare tecnico in materia di misure minime
documento programmatico sulla sicurezza
dps
evoluzione storica della privacy
garante per la protezione dei dati personali
l. 675/96
misure minime di sicurezza
privacy
profili comparatistici in tema di privacy
responsabilità civile da illecito trattamento
riservatezza
sanzioni per omessa adozione del dps
sicurezza nel trattamento di dati personali
trattamento di dati personali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi