Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La colpa medico-chirurgica

Il lavoro affronta le tematiche del diritto alla salute, i presupposti per l'ascrizione della responsabilità penale al sanitario soprattutto sotto il profilo soggettivo del reato e quella del trattamento medico arbitrario.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PARTE PRIMA Capitolo I IL DIRITTO ALLA SALUTE E LA TUTELA COSTITUZIONALE L’art. 32 Cost. afferma al 1° comma che la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti ed al 2° comma che nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana. Il sopra citato articolo è uno dei più complessi dell’apparato costituzionale, sia per l’ampia sfera delle materie che esso coinvolge, sia per le situazioni giuridiche in esso contemplate nonostante esso rappresenti il punto di approdo di un processo storico-politico secolare. Ciò che oggi potrebbe apparire scontato non lo era in passato, in forza della visione riduttiva delle funzioni dello Stato, le cui attribuzioni non superavano l’esercizio delle funzioni meramente pubbliche.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Pierpaolo Chiorazzo Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5931 click dal 24/07/2006.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.