Skip to content

Verso un B.A. Honours in italiano per studenti indiani

Informazioni tesi

  Autore: Tanya Roy
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in DOTTORATO DI RICERCA IN LINGUISTICA, LINGUISTICA APPLICATA, INGEGNERIA LINGUISTICA
Anno: 2006
Docente/Relatore: Carla Marello
Correlatore: CarlaMarelloVirginiaPulcini
Istituito da: Università degli Studi di Torino
Dipartimento: DIPARTIMENTO DI SCIENZE LETTERARIE E FILOLOGICHE
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 322

Presentazione della ricerca

Vorrei cominciare a parlare del lavoro svolto a partite dalla prima domanda che ci si fa: perché scegliere proprio questo argomento per la ricerca?

Come risposta vorrei sottolineare la mia dedizione alla glottodidattica che ha trovato espressione nell'ambito di studio oggi conosciuto come didattica acquisizionale. Il mio tentativo, quindi, è quello di gettare un ponte fra la linguistica acqusizionale e la glottodidattica. Lo studio che ho fatto parte dalla mia esperienza d'insegnamento dell'italiano alla Delhi University in India. Ci si basa in due modi:
1. come punto di partenza per l'analisi linguistica di un learner corpus fornito dagli scritti di studenti indiani
2. come punto di partenza per l'input didattico nella forma del syllabus seguito nel Department of Germanic and Romance Studies alla DU.

La costruzione di un learner corpus mi è sembrato di insostituibile valore perché mi avrebbe permesso di studiare con esattezza aspetti della produzione scritta degli apprendenti, intuizioni sulla quale altrimenti sarebbero rimaste ad un livello non scientifico.

Procedendo con la raccolta del learner corpus e riflettendo sulle sue caratteristiche e su quello che avrei potuto ricavare dal suo studio sono arrivata a pensare che ancora più di un learner corpus sarebbe stato utile un monitor learner corpus. Questo per diversi motivi: ci sono tante variabili nel quadro dell'insegnamento alla DU che continuano a cambiare
-il learner profile che cambia col cambiare della realtà sociale indiana
-l'input in forma
del libro di testo
del programma che a sua volta incide sul percorso seguito dall'insegnante durante l'anno
dei docenti.

L'analisi degli aspetti che ho studiato in questa ricerca dà risultati in basi ai quali possiamo interpretare l'input e la produzione scritta degli studenti dal 2002 al 2004. Adesso posso proporre delle modifiche nell'input in base a questa ricerca. I risultati di queste modifiche, però, si potranno verificare solo dall'analisi della produzione scritta degli studenti iscritti dopo il 2006. Questo processo di feedback e modifiche continui può essere registrato solo in un monitor learner corpus.

Come ho detto prima tante variabili continuano a cambiare per cui il quadro in cui si inserisce sia l'insegnamento sia l'apprendimento è in flusso e a me interessa poter misurare questa dinamicità cosa possibile solo con un monitor learner corpus.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO 1 OBIETTIVI E DESCRIZIONE DELLA RICERCA 1.0 Introduzione Gli studi acquisizionali e la glottodidattica hanno raggiunto uno stadio di collaborazione e interazione reciproche, tanto che ormai si comincia a parlare di didattica acquisizionale (cfr. Vedovelli, Villarini 2003, p. 270 e segg.), un’espressione che fino a qualche anno fa sarebbe parsa un ossimoro. In questa tesi consideriamo prima la ricerca sull'acquisizione dell'italiano, poi la didattica dell'italiano a Delhi e quindi come questi due ambiti si sono incontrati in questo studio. Insieme all’acquisizione spontanea (il caso di immigrati in Italia), 1 comincia ad essere oggetto di studio l’apprendimento guidato di italiano LS (lingua straniera) da parte di apprendenti che provengono da background molto vari (Caruana 2003, Schmid 1994, Imazu,Valeri 2004). I risultati della linguistica acquisizionale vengono applicati nella linguistica educativa dalla stesura dello stesso programma di studi. Come dice Vedovelli: “Le ricadute delle ricerche acquisizionali potrebbero toccare molti aspetti del processo didattico[...] allo sviluppo di materiali didattici capaci di rispettare le esigenze della comunicazione e dell’apprendimento.” (Vedovelli 2004, p. 9) In Italia un numero consistente di ricerche ha individuato una sequenza evolutiva comune nell’apprendimento linguistico e questi studi e i loro risultati fanno sia da punto di partenza che da punto di riferimento agli studi attuali sull’acquisizione/apprendimento dell’italiano, e in particolare a far progredire la ricerca sull’apprendimento dell’italiano nelle università indiane. 1 Si vedano i risultati del progetto coordinato dall’Università di Pavia che si trovano raccolti in Giacalone Ramat, 2003

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

corso di scrittura
delhi university
forme verbali
insegnamento linguistico
learner corpus
sequenzialità
studenti indiani
syllabus
valico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi