Skip to content

Musica da passeggio. Telefonia mobile e contenuti musicali.

Informazioni tesi

  Autore: Antonino Caffo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Davide Bennato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 237

Audio stereo, tecnologia ad alta velocità e un po’ di memoria libera: i cellulari del momento sono i nuovi walkman che oggi permettono oltre che personalizzare il telefonino con la musica scaricata dai propri cd, anche comprare e ascoltare all’infinito veri e propri brani (oltre alle ben note suonerie mono-poli-real music) dai siti dei vari gestori di telefonia mobile italiana: Tim, Vodafone, 3, Wind.
Proprio il mercato italiano, dove la penetrazione della telefonia cellulare è tra le più elevate al mondo, è una sorta di cartina di tornasole per le aziende, sia telefoniche che discografiche, che stanno sperimentando modelli di business e prezzi molto diversi tra loro, per riuscire a capire quale sia il modo migliore per vendere la musica via telefono.
Se cosi tanti produttori di cellulari e gestori di telefonia mobile combattono a suon di modelli sempre più “musicali” e di portali costantemente aggiornati c’è un motivo preciso: la musica sul cellulare in ogni suo aspetto è il business del futuro, è la “killer application” che permette la crescita di numerose comunità online, che consente di sfruttare tutta le tecnologia e i servizi delle reti senza-fili, per un futuro già presente e in continua espansione.
L’interrogativo al quale il nostro lavoro vuole dare risposta è:
“Perché gli utenti personalizzano il proprio cellulare con contenuti musicali?”
Attraverso lo studio di vari autori (Blom, Monk, Mugge, Ling) si considerano i motivi che spingono gli utenti alla personalizzazione del proprio telefono cellulare, e si arriva alla conclusione che tre sono le categorie che spingono alla personalizzazione (il tipo di utente, il sistema, il contesto).
Gli effetti che tale personalizzazione produce riguardano il contesto cognitivo, sociale ed emotivo.
Dal nostro lavoro si evince come il gruppo sociale di riferimento per quanto riguarda la fruizione di contenuti musicali mobili sia quello dei giovani, perché è proprio presso tale gruppo sociale pertinente che le suonerie e la musica mobile in genere hanno avuto un successo imprevedibile e travolgente.
Tale tipo di fruizione ha permesso la costante crescita delle cosiddette comunità mobili, che alla stregua delle comunità internet based (Van Dijk) raggruppano gli utenti in base ad interessi comuni, nel nostro caso la musica, con l’aggiunta per le comunità mobili di poter condividere le loro esperienze anywhere anytime, consentendo la robusta affermazione di nuovi tipi di servizi e di utenti mobile music oriented.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Prefazione Il matrimonio tra musica e telefonia cellulare è di quelli destinati ad un roseo futuro, e di questo ne sono convinti tutti, gli operatori telefonici per primi, che hanno visto crescere il volume degli affari in maniera esponenziale negli ultimi tempi; i discografici, che hanno trovato una nuova fonte di entrate in un momento di fortissima crisi delle vendite dei dischi; persino gli analisti, che nei loro classici "forecast" prevedono un successo strepitoso. Il fenomeno delle suonerie ha avuto una crescita senza sosta dal 1997 ad oggi, dalla cosiddetta suoneria “monofonica” fino ai moderni “real tones”. Oggi non è più una sorpresa scoprire che nella classifica dei singoli più venduti, in Italia e all’estero, vi sia un pezzo reso famoso proprio dal suo essere in principio suoneria: un esempio eclatante è la “rana pazza” meglio conosciuta con il suo termine inglese Crazy Fog. Così come oggi è normale scoprire come tanti artisti affermati scelgano come canale primario di lancio del proprio singolo o album il download legale via mobile.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi