Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le politiche di Marketing bancario per la clientela immigrata

Essenza del marketing (anche di quello bancario) è partire dal cliente, dai suoi bisogni, dalle sue aspettative per mettere appunto i prodotti e i servizi e assumere la customer satisfaction quale obiettivo ultimo di ogni attività aziendale.
Il fenomeno dell’Immigrazione è divenuto una componente strutturale dell’Economia e della Società del nostro paese; l’Italia nel corso di 3 decenni ha subito profondi mutamenti passando da terra di emigrazione a terra d’immigrazione assumendo una posizione centrale nella geografia dei paesi ricettori dei flussi migratori contemporanei.
Ci siamo infatti allineati alla media europea della presenza straniera (circa il 5% della popolazione nazionale) e assistiamo ad una crescente presenza di immigrati di seconda generazione.
Insomma, una realtà oramai strutturale del paese che rende fonda¬mentale la loro integrazione economica nella società e nei meccanismi finanziari.
Il progetto WelcomeBank (avviato da Etnica nel 2003) e altre numerose e autorevoli iniziative (Convegno organizzato dall’Abi in collaborazione
con il Cespi sul Migrant Banking ecc.) propongono di favorire l’integrazione bancaria dei migranti con una politica mirata; rendendo più accessibile ed efficiente l’accesso agli istituti di credito e stimolando le banche a essere promotrici di un’opportunità di sviluppo economico oltre che di grande valore ed impatto sociale.
Per far tutto ciò, oltre che di politiche commerciali adeguate, c’è bisogno di inventare un nuovo marketing in grado di porre fine alle discriminazioni (di fatto) dei migranti e valorizzarne tutte le potenzialità di consumatori, risparmiatori ed investitori.
L’opportunità di disporre di una casa di proprietà, la possibilità di aver accesso al credito, un’adeguata gestione del risparmio e la sua valorizzazione in impieghi utili (che sostengano eventualmente anche i processi di sviluppo nei contesti d’origine) genera, per chi è straniero (ma anche per chi non lo è) senso di appartenenza alla comunità, stimola la creazione di buoni rapporti e favorisce la crescita di reti sociali; anche per questo è importante lavorare per favorire l’integrazione degli immigrati, nella convinzione che solo quest’ultima potrà garantire una società aperta, dinamica e sicur

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Essenza del marketing (anche di quello bancario) è partire dal cliente, dai suoi bisogni, dalle sue aspettative per mettere appunto i prodotti e i servizi e assumere la customer satisfaction quale obiettivo ultimo di ogni attività aziendale. Il fenomeno dell’Immigrazione è divenuto una componente strutturale dell’Economia e della Società del nostro paese; l’Italia nel corso di 3 decenni ha subito profondi mutamenti passando da terra di emigrazione a terra d’immigrazione assumendo una posizione centrale nella geografia dei paesi ricettori dei flussi migratori contemporanei. Ci siamo infatti allineati alla media europea della presenza straniera (circa il 5% della popolazione nazionale) e assistiamo ad una crescente presenza di immigrati di seconda generazione. Insomma, una realtà oramai strutturale del paese che rende fonda- mentale la loro integrazione economica nella società e nei meccanismi finanziari. Il progetto WelcomeBank (avviato da Etnica nel 2003) e altre numerose e autorevoli iniziative (Convegno organizzato dall’Abi in collaborazione - 1 -

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Ivana Iaconinoto Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2568 click dal 27/07/2006.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.